bus

“Se il ministro Giovannini vuole imporre i controllori a bordo dei mezzi pubblici e a terra deve però anche aumentare di qualche centinaio di milioni il fondo nazionale per il trasporto pubblico locale per permettere alle aziende l’assunzione del personale necessario”.

L’assessore regionale ai Trasporti Gianni Berrino commenta così le linee guida sul trasporto pubblico inviate oggi dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità sostenibile al Comitato tecnico scientifico e alle Regioni che prevedono il ritorno del controllore sui mezzi pubblici e a terra che dovrà verificare non solo il biglietto ma anche la corretta applicazione delle misure anti-Covid (capienza prevista, distanziamento e corretto uso della mascherina).

“Con il fondo attuale è impossibile per le aziende assumere le migliaia di persone necessarie in tutta Italia per poter svolgere questo ruolo”, conclude Berrino. 

Articolo precedenteBonus cultura da 500 euro, risorsa o flop? La Libreria Ragazzi di Imperia: “Da noi nessuna richiesta, ora i ragazzi cercano soprattutto i manga”
Articolo successivoAfghani ospiti alla base militare di Sanremo, Toti: “Grazie alla CRI e a tutti i soccorritori che stanno cercando di fare tornare il sorriso ai bambini e alle loro famiglie”