zeroAcademy video mapping for MEF 2019

zeroAcademy video mapping for MEF 2019.

Posted by Danilo Bestagno on Sunday, March 31, 2019

Un video mapping dell’artista ligure dedicato all’evento ‘Electric Love’ ha introdotto l’installazione visuale del grande Felice Limosani.

In occasione della Mostra Elettrotecnica MEF 2019, biennale leader del settore, tenutasi dal 27 al 30 marzo in Fortezza da basso a Firenze, intitolata quest’anno ‘Electric Love’, l’artista sanremasco Danilo Bestagno, in arte zeroAcademy, è stato chiamato a partecipare alla serata di gala del 28 marzo, su invito di Elisa Marai, EMEvents, incaricata di coordinare la parte artistica dell’evento.

Per l’occasione Bestagno ha realizzato l’ambientazione visuale in tema con l’evento ed un video mapping dedicato proiettato su una enorme gonna di oltre 4 metri, parte dell’abito di scena indossato da Francesca Mascolo, ottima cantante, che ha interpretato dal vivo un brano in sync con la video proiezione, dando vita ad un quadro molto suggestivo ed apprezzato dal pubblico, tra cui non è mancato chi l’ha condiviso in rete immediatamente con l’hashtag #electriclove.

Ed è stato introdotto in questo modo il momento clou della serata, con la presentazione dell’installazione artistica del Maestro Felice Limosani, ‘Pensieri Illuminati’, che ha accompagnato gli ospiti in una dimensione di nuova, tra l’ascolto e la lettura di riflessioni di grande saggezza e i visi di noti personaggi della Storia che si intersecavano uno nell’altro, ed ancora, sovrastati dalle più belle sculture del mondo, opportunamente digitalizzate, illuminate e messe in movimento in un sapiente e certosino lavoro di post-produzione, con quell’approccio dalla delicatezza stilistica estrema che già con il video mapping sul David di Michelangelo, costituiva l’impronta indelebile e riconoscibilissima di Limosani, rispecchiando fedelmente il suo essere: discreto, rispettoso, acuto osservatore, della vita e del mondo.

“Grazie alla tecnica denominata morphing e a tecnologie di scansione tridimensionale, le espressioni dei volti di personaggi significativi e di sculture provenienti dai più importanti musei del mondo, sono apparsi vivi e veri a chi li osservava”.

“La mia video installazione – afferma Felice Limosani – si chiama “Pensieri Illuminati” e vuol essere un tributo e una riflessione al contempo, a coloro che ci hanno lasciato dei pensieri che non finiscono mai. Pensieri positivi che ci inducono a riflettere su cosa stiamo lasciando alle generazioni future. Ringrazio la famiglia Giaffreda che si è posta nei miei confronti come mecenate, lasciandomi assoluta libertà artistica di poter interpretare un tema così sfuggente e complesso come il pensiero. È solo attraverso la metafora artistica che si può arrivare a tracciare una minima sintesi su un argomento universale e inafferrabile quale il pensiero è”.

Ricordiamo che Felice Limosani, artista visionario e multidisciplinare, è conosciuto in tutto il mondo per i suoi lavori multi-sensoriali, in passato ha firmato installazioni esposte al Louvre di Parigi, Miami Art Basel e Palazzo Strozzi di Firenze.

Questa nuova e stupefacente installazione all’interno del MEF Gallery, oltrepassa dunque l’anima commerciale della manifestazione, coinvolgendo i visitatori in un’attività culturale di altissimo valore artistico.’

“Sono davvero molto contento” – ha commentato Bestagno – “di aver potuto prendere parte a questo evento, che ho trovato assolutamente interessante nello specifico, memore del mio diploma di Perito Elettronico, e di cui condivido le intenzioni ritenendo anch’io che la via del mecenatismo imprenditoriale legato alla comunicazione aziendale sia vincente. Sono certo che l’esempio di MEF sarà seguito da altri.

E sono assolutamente orgoglioso di aver realizzato questa minuscola cosa nello stesso contesto, e sotto la supervisione, di un maestro assoluto come Felice Limosani, uomo colto, molto simpatico e disponibile, che seguo da tempo e che considero un artista incredibilmente all’avanguardia, capace di sorprendere in ogni cosa che fa, concedendosi enormi libertà espressive e ricerche tecniche molto raffinate, senza uscire mai dalle righe e dai canoni di semplicità ed immediatezza che sa auto-imporsi, dando prova di un senso della misura encomiabile.

Non a caso le sue installazioni colgono sempre con grande efficacia nel segno del messaggio che vuole divulgare e lasciano ricordi indelebili in chi scopre il suo lavoro artistico.

Non posso che ringraziare di cuore un gigante come Felice Limosani, per avermi consentito la realizzazione di questa microscopica cosa nella più totale libertà d’azione e gli confermo la mia più profonda stima, artistica ed umana, nutrendo al contempo la speranza di incontrarlo nuovamente quanto prima.

Un ringraziamento doveroso anche ai tecnici del service, molto professionali e disponibili, a Francesca Rasi, Ilaria Carignola ed al loro staff per il prezioso supporto, agli artisti ed artiste di Elisa Marai Events, un gruppo in cui bellezza, eleganza e preparazione sono una cosa sola, ed ovviamente a MEF, la cui proprietà ha voluto e saputo dare una connotazione artistica solida e tangibile all’evento, a cui auguro il miglior futuro.”

Articolo precedenteL’Olio Dop Riviera Ligure e i muretti a secco al Parlamento Europeo: tra gli esempi simbolo in Italia del legame tra cibo e cultura
Articolo successivoSanità nell’estremo Ponente, 500 mila euro per progetti legati ad anziani e medicina di prossimità