La Sinfonica, il softball e l'albergo. Claudia Lolli: "Tanti impegni ma sono mamma e anche casalinga...

Albergatrice, alla guida di una società sportiva e componente del Cda della Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo. Claudia Lolli, ex assessore al Turismo di Sanremo con il sindaco Zoccarato, per la prima volta ospite della redazione di Riviera Time ci tiene però a precisare che “… sono anche casalinga e mamma”.

“L’albergo che la mia famiglia gestisce da tanti anni, il Lolli Palace in corso Imperatrice, è chiuso per lockdown turistico. Anche se la Liguria è tornata in ‘giallo’ siamo circondati da regioni in ‘arancione’ e questo fa parte di un anno davvero particolare che era iniziato benissimo e con numeri da record per Sanremo, numeri che da molto positivi si sono trasformati improvvisamente in negativi”.

“Da giugno a settembre abbiamo lavorato bene – conferma – per poi tornare alle restrizioni che se riguardano ottobre e novembre diventano sopportabili per Sanremo, il problema è il futuro immediato e le decisioni del nuovo Dpcm che se dovesse confermare il divieto di spostamenti noi dovremmo restare chiusi”.

“Non è una decisione definitiva, la speranza è l’ultima a morire ma non bisogna dimenticare che usciamo da un lockdown pesante, ci sono stati e ancora ci sono tanti malati e tante vittime. Se apriamo dobbiamo farlo in totale sicurezza senza egoismi di settore. I dipendenti sono in cassa integrazione, altri sono stagionali in disoccupazione, resta da capire sino a quando queste tutele nei loro confronti saranno praticabili”.

“Ho approfittato del tempo libero per andare alla riscoperta di luoghi e percorsi nel nostro entroterra – racconta Claudia Lolli – penso di essere nata in uno dei posti più belli che ci sono, con il mare e con una bellissima montagna. Ho scoperto un entroterra fantastico con potenzialità impensabili, riuscissimo ad incentivare l’outdoor e a promuoverlo penso che avremmo sviluppo e lavoro per tutti e per tutto l’anno”.

“Da quattro anni sono presidentessa della società sportiva Sanremese Softball, un gruppo di ragazze che va dai tre anni sino a venti, ventidue e anche più. Giochiamo e ci alleniamo sul ‘diamante’ di Pian di Poma e adesso è uno sport perfetto perché rispetta il distanziamento, non prevede contatto fisico, si pratica all’aria aperta e con la guida della sua allenatrice Flavia Ciliberto abbiamo vinto il campionato di Serie B con promozione in A2 alla quale abbiamo dovuto rinunciare per mancanza di requisiti del nostro campo di gioco. È come una grande famiglia, c’è amicizia e rispetto, lo consiglio a tutte di venirci a trovare ogni sabato quando ci si allena”.

“Da poco più di un anno faccio parte del Cda della Sinfonica di Sanremo. Mi ha cercato il sindaco Biancheri che è una persona che stimo molto e confesso che se non me l’avesse chiesto lui avrei declinato l’offerta, il tempo è sempre poco e se devo fare qualcosa lo voglio fare con impegno. In questo caso ho anche avuto la fortuna di aver due compagni di cordata come il presidente Livio Emanueli e il consigliere Ettore Guazzoni che sono persone leali, amichevoli e squisite e con i quali mi sono subito trovata in perfetta sintonia”.

“Non so se questo incarico possa fare da anticamera ad un ritorno nella pubblica amministrazione – sorride Claudia Lolli – ma non credo, adesso che ho scoperto l’entroterra. Bisognerebbe valorizzare anche le frazioni di Sanremo. Se mi piacerebbe? Chissà”.

“Siamo già nel Calendario dell’Avvento – conclude – approfittiamo per farci gli auguri di Buon Natale un po’ in anticipo. Tanti auguri a tutti e speriamo che il 2021 ci porti serenità e pace”.