video

È andata in scena questa mattina alle ore 11 in piazza Colombo a Sanremo la protesta dei genitori, esasperati dalle continue chiusure delle scuole, con ricadute pesanti sia per l’organizzazione familiare, sia soprattutto per l’educazione dei propri figli.

“L’unico colore che deve avere la scuola è il bianco – spiega Micol Tosello, una delle organizzatrici della manifestazione. – Troviamo inaccettabile queste continue chiusure e il nuovo decreto governativo, che dà pieni poteri ai governatori regionali di poter decidere la chiusura delle scuole con qualsiasi colore, stiamo assistendo al devasto di un’intera generazione.”

Poco distante dal luogo della manifestazione il teatro Ariston, luogo di questo Festival il cui slogan è “la musica non si ferma”, ma purtroppo la scuola continua a ricevere stop: “Chiudere le scuole è negare il diritto allo studio che è un diritto inalienabile, siamo l’unico paese che continua a chiudere le scuole – sottolinea l’organizzatrice – l’istruzione pubblica è ciò che permette l’accesso alla cultura, alla formazione e dà a tutti la possibilità di fare uno scatto sociale.”

Drammatica, come già detto, la situazione degli studenti, di questo ce ne parla la giovane Perla Alliani: “Se già era difficile per me concentrarmi in presenza, con la didattica a distanza è ancora più difficile ed è complicato capire le lezioni sia per me che per i miei compagni. Sono una persona che ama molto socializzare e anche il fatto di non poter andare da una mia amica a fare i compiti mi sembra una cosa molto molto dura.”

Articolo precedenteSanremo 2021: ospiti e anticipazioni della serata finale. L’annuncio di Amadeus: “Non ci sarà un Ama ter”
Articolo successivoTrasporti, l’assessore regionale Berrino: “Inaccettabile autostrada bloccata per 24 ore: necessario raddoppio ferrovia per alleggerire la A10 e consentire la ripresa del turismo”