La rivincita di Amanda Embriaco, ora alla conquista delle Olimpiadi di paracanoa a Tokyo

Conquistare il pass per le Olimpiadi di paracanoa a Tokyo del 2020. È questo l’obiettivo di Amanda Embriaco, giovane atleta della Canottieri Sanremo che lo scorso anno ha subito l’amputazione di una parte di gamba a seguito di un incidente.

Dopo l’incidente Amanda non si è persa d’animo ed è tornata a fare tutte le cose che amava di più, tra cui lo sport che praticava sin da bambina, riprendendo gli allenamenti a novembre dello scorso anno.

In soli sei mesi è riuscita ad ottenere la convocazione della Nazionale, diventando a tutti gli effetti un’atleta della squadra italiana di paracanoa. Da qui tanti i successi conquistati, fra cui il più recente, arrivato ai Campionati Europei in Polonia dove Amanda ha conquistato il sesto posto nella sua categoria.

“Per me tornare in canoa è significato tanto perché sono tornata alla Canottieri Sanremo, che è stato il posto dove sono cresciuta e che a deciso di sostenermi in questo mio progetto. Ha significato tanto riavvicinarmi al mare e con quello che avevo rischiato, è un grande riscatto. Ho ripreso in mano la mia vita al 200%“, racconta Amanda.

Sono ambiziosi i progetti che porterà avanti nei prossimi mesi, a partire dai Mondiali del prossimo agosto in Ungheria, gara molto importante perché varrà come qualificazione olimpica: “Devo riuscire ad arrivare nelle prime sei nazioni per andare a Tokyo. La strada è in salita ma percorribile e ci stiamo lavorando”.

Amanda è sostenuta da tutto il team della Canottieri Sanremo: “Abbiamo sposato il suo progetto, lei sta dando tutta se stessa – commenta Sergio Tommasini, Presidente Canottieri Sanremo – Dovrà affrontare tante sfide ma noi siamo una piccola famiglia e siamo certi che le affronterà con grande determinazione”.