video

È ancora incerta la realizzazione del cosiddetto “Sanremo Estate”, l’evento ‘risarcitorio’ della Rai per la città di Sanremo, da tenersi a luglio, che era stato prospettato da Amadeus per compensare le perdite economiche subite dalla città per un Festival svolto in lockdown.

Nonostante la 71esima edizione del Festival abbia registrato un incasso pubblicitario di 38 milioni (uno in più dell’anno scorso), a fronte di un costo inferiore, la Rai avrebbe chiesto uno sconto sui 5 milioni di euro da versare al Comune per la kermesse canora. Sconto che, in compenso, le permetterebbe – questa la proposta di viale Mazzini – di allestire il grande evento estivo, che, secondo quanto previsto, dovrebbe portare in città artisti e pubblico per alcuni giorni, in modo da ‘risarcire’ il tessuto economico locale, danneggiato dalla mancanza di eventi collaterali nella settimana festivaliera.

Una richiesta che stride con l’inziale promessa di un ‘Sanremo Estate’ completamente gratuito, la cui fattibilità sembra ora sempre più incerta, soprattutto dopo il ‘no’ di Amadeus per un Ama-ter.

Il passo indietro della Rai non è piaciuto al sindaco Alberto Biancheri, che ora aspetta risposte certe in tempi brevi.

Articolo precedenteLavoratori frontalieri: il Sottosegretario Mulè (FI): “Impegno onorato, 6 milioni nel Sostegni-bis”
Articolo successivoRestart Liguria: palazzi illuminati a Imperia, Genova, Savona e La Spezia. Toti: “Ritorniamo alla libertà. La pandemia ci ha fatto capire quanto sia preziosa”