spiaggia

Di seguito le dichiarazioni di Augusto Sartori e Gianni Berrino, rispettivamente capogruppo e assessore regionale di Fratelli d’Italia, alla lettera indirizzata dalla Procura di Genova alla Capitaneria, al Comune di Genova, al Demanio e a Regione Liguria per avvisare gli enti interessati del dovere di rispettare la direttiva Bolkestein.

“I balneari possono contare sull’appoggio di Fratelli d’Italia a tutti i livelli istituzionali, ci batteremo in Regione, al Parlamento italiano ed europeo per fare in modo che i loro interessi vengano tutelati. Non si può accettare una direttiva folle come la Bolkestein che non si cura minimamente di chi, da anni, investe negli stabilimenti – commentano Sartori e Berrino – ci sono in gioco migliaia di attivitĂ  di famiglie liguri, giĂ  messe a dura prova lo scorso anno dalle mareggiate. Gli stabilimenti balneari sono da sempre un’eccellenza della nostra regione e come tali vanno assolutamente difesi.”

Articolo precedenteMonesi riparte: entro marzo il bando per rilanciare il territorio
Articolo successivoDisagi sulla SS 28, interrogazione di Ardenti in Regione: “Occorrono tempi certi per conclusione lavori”