Marco Damele continua ad aprire i cancelli della sua “oasi botanica” di Camporosso accompagnandoci alla scoperta di una nuova pianta davvero insolita e curiosa, l’ Artemisia “cola” (nome scientifico Artemisia abrotanum var. maritima L., 1753);¬† una piccola pianta erbacea officinale appartenente alla famiglia delle Asteraceae, originaria dell’Eurasia e dell’Africa.

La caratteristica principale della pianta √® il forte ed intenso odore che ricorda proprio la tipica bevanda americana: la “coca cola”.

Forma un piccolo arbusto molto folto, non è facile da trovare nei vivai ma è particolarmente ricercata dai giardinieri anche per la sua resistenza e capacità di adattamento a terreni disagiati. Le foglie grigio-verdi sono piccole strette e piumate; un semplice movimento delle foglie fa subito emanare il suo inconfondibile aroma.

In estate produce piccoli fiori sono gialli e la pianta si può  facilmente propagare per talea o per divisione radicale. Storicamente veniva usata come rinfrescante  e per profumare gli ambienti, oggi è utilizzata per la preparazione di succhi e liquori.   

Articolo precedenteVentimiglia: Riapertura attività commerciali, ieri tavolo tecnico tra Comune, Confcommercio e le altre associazione di categoria
Articolo successivoVentimiglia: il Consigliere Ioculano: “Gli operatori hanno diritto a certezze immediate di alleggerimento fiscale e non solo dilazioni di pagamento o incontri tardivi e puramente interlocutori.”