La passeggiata degli innamorati collega la marina di Porto Maurizio a Borgo Foce, antico villaggio di pescatori alla foce del torrente Caramagna.

La passeggiata è dedicata a Domenico Moriani, giovane partigiano nato alla Foce e ucciso dai nazisti nell’ottobre del 1944, all’età di soli 19 anni.

Il percorso, di circa 10 minuti, si sviluppa a picco sul mare, contornato dal verde della macchia mediterranea; vi sono inoltre alcune panchine e spazi creati appositamente per poter apprezzare al meglio il panorama.

Proprio in ragione della sua bellezza romantica, la passeggiata è detta “degli innamorati“.

Il nome richiama sicuramente alla memoria la ben nota “Via dell’Amore” che si può percorrere nella Cinque Terre; nonostante le ridotte dimensioni, però, la bellezza e romanticismo del panorama costiero e marittimo che percorrendola si può ammirare, e forse anche gli angoli riservati “di intimità” sparsi lungo la via, la rendono meritevole ugualmente di un tal soprannome.

Oltre alla splendida vista marittima sul “lato a monte” percorrendola si possono ammirare molti esemplari della flora tipica ligure.

Partendo dalla punta detta della “Coscia” si arriva a quella detta dei “Tre Scogli” dove si apre sul mare una caratteristica spiaggetta di ciottoli delimitata dalla grande roccia della “Dragonara” sotto cui si incunea un antro sottomarino chiamato “Tana du Pesciucàn” già noto nel XVII sec.

Proprio in prossimità dei “Tre Scogli” sorge in posizione dominante la “Casa del Pittore” così donominata perchè per lunghi anni Francesco Bruno, celebre artista portorino, vi mantenne il suo studio.