La partita sul Porto Vecchio verso il fischio finale, a breve la Giunta sceglierà uno dei tre progetti

Il restyling del Porto Vecchio di Sanremo è una di quelle questioni che negli ultimi mesi ha fatto molto parlare di sé.

Inizia tutto il 4 agosto quando l’imprenditore locale Walter Lagorio, riunito nella Porto di Sanremo Srl con Paolo Vitelli del Gruppo Azimut, ha presentato in Comune un project financing per la valorizzazione di tutta l’area portuale. Un progetto ambizioso da circa 40 milioni di euro che si prefigge l’obiettivo di cambiare il volto e l’economia della città.

Cinque mesi dopo, esattamente il 31 gennaio 2018, sulla scrivania del sindaco arriva un secondo progetto proposto dalla società Portosole che gestisce già l’attuale porto omonimo. Un progetto che prevede la spesa di 43 milioni per una serie di “interventi light” che, stando alle parole dei progettisti, andranno a migliorare alcuni aspetti senza però grandi interventi di stravolgimento.

I due progetti sono stati valutati da una società esterna al Comune sotto il piano tecnico e finanziario per permettere all’amministrazione e al Consiglio comunale di fare una scelta.

In tutto questo si è andato ad inserire un terzo progetto, presentato dalla famiglia Piras, da decenni nel settore della nautica, e consegnato in Comune il primo dicembre dello scorso anno.

Un progetto più semplice rispetto i primi due e che prevede una spesa di 12 milioni stando alle dichiarazioni dell’assessore al Demanio, Mauro Menozzi.

A breve dovrebbe arrivare la valutazione che il Comune ha richiesto anche su questo terzo progetto sicuramente meno faraonico, anche se i dettagli e i render non sono stati resi pubblici dal proponente. Il progetto è stato però presentato ieri alle associazioni e agli operatori del porto.

“Già nelle prossime settimane potrebbe arrivare la relazione – dichiara l’assessore Menozzi – e a quel punto avremo un quadro di comparazione chiaro che ci permetterà di fare una scelta.”

I tre progetti passeranno, quindi, in Giunta dove ne verrà scelto uno solo. Questo dovrà poi essere approvato in consiglio comunale.

La partita sul Porto Vecchio, partita caldissima se consideriamo i tre importantissimi gruppi privati scesi in campo, sembra quindi andare verso il fischio finale.