Sono arrivati in Piazza San Marco a Venezia i nove runner non professionisti del Ponente che hanno portato a termine una grande sfida: una staffetta dal Monviso a Venezia percorrendo la vallata più grande d’Italia, quella del fiume Po.

Circa 730 chilometri di corsa, iniziati sul Pian del Re all’alba di giovedì mattina e conclusi senza sosta intorno alle 14.30.

La Diagonale, questo il nome della staffetta, nasce dall’idea di Armando Cosentino. A dividere il percorso con lui: Alberto Pitzeri di Castellaro, Alessio Lucà di Riva Ligure, Davide Borrello di Arma di Taggia, Mirko Pratticò di Taggia, Antonio Materazzi di Sanremo, Antonio Di Bartolo di Taggia, Alessio Calzetta e Valentino Peiù Bianchi di Badalucco.

I nove corridori hanno percorso una distanza di 28 chilometri a testa per tre volte realizzando, così, il loro grande sogno.

Insomma, un bel esempio di cosa passione, impegno e grinta siano in grado di fare.

L’arrivo:

Articolo precedenteDalla montagna all’indoor: ‘Mondo Vertigine ASD’
Articolo successivoIl Centro Culturale Tabiese spegne 45 candeline