La danza protagonista a Diano Marina, ieri ospite l'étoile internazionale Liliana Cosi

Scarpette, tutù e pirouettes. Ieri sera sul palco di Villa Scarsella a Diano Marina sono stati protagonisti la danza e il balletto. 

Ospite d’onore per uno degli appuntamenti dell’Estate Musicale Dianese, l’icona internazionale del balletto, Liliana Cosi, una delle più grandi interpreti di sempre della scena mondiale.

Sul palco l’étoile ha ritirato il Premio Città di Diano Marina, un riconoscimento consegnato da Comune, Amici della Musica del Golfo Dianese e l’Associazione Ritorno all’opera anche in passato ad altri fenomenali artisti italiani e stranieri.

La serata ha visto l’alternarsi sul palco delle esibizioni delle scuole di danza New Movanimart e Il Cigno Nero, del balletto “Il Barbiere di Siviglia” a cura della quota Artemis Danza di Parma (con la direzione di Monica Casadei) e infine il grande finale con Liliana Cosi.

“Questa sera nel campo della danza Diano Marina è sul tetto del mondo – commenta Nicola Mij, presidente di Amici della Musica del Golfo Dianese – Per gratificare la presenza dell’étoile Liliana Cosi abbiamo voluto impostare una serata particolare, con un contorno di esibizioni dei giovani allievi di due scuole di danza. Questo proprio perché la Cosi è molto attenta ai giovani e a tirare su nuovi talenti”.

Liliana Cosi non ha bisogno di molte presentazioni: è stata a lungo étoile (prima ballerina) della Scala di Milano e si è esibita insieme a ballerini del calibro di Rudolf Nureyev, con tournée che hanno toccato le località e i teatri più prestigiosi del mondo.

Nel corso della serata ha raccontato la sua vita, la sua incredibile carriera, soffermandosi sulle emozioni provate in quei giorni e in quei momenti indimenticabili: “Il primo amore non si scorda mai, il mio debutto nel Lago dei Cigni a 23 anni, ero così emozionata… Da lì è partita tutta la mia carriera”, racconta la ballerina.

Dal 2001 Liliana Cosi non danza più ma è da sempre impegnata con le nuove generazioni, per trasmettere la sua esperienza e il suo amore per la danza: “Ho sempre voluto trasmettere le mie conoscenze ai giovani, non solo per essere un esempio ma anche per poterli stimolare con tutto quello che i miei maestri mi hanno insegnato”.