La chiesa di San Giacomo e l'ostello dei pellegrini a Diano Calderina

Immersa nel verde degli ulivi, la parrocchiale di San Giacomo a Diano Calderina è ben visibile in lontananza grazie al caratteristico colore rosso del suo campanile. Ci troviamo nel primo entroterra del Golfo Dianese, a soli 2 km da Diano Marina e a 70 m sul livello del mare.

La chiesa, che gode di una splendida vista sulla vallata, risale al XVI secolo. Qui incontriamo il parroco Don Luca, che ci racconta la storia di questo luogo. “La chiesa nasce nel 1500 – spiega, – si distacca da Diano Castello e diventa a sua volta matrice di altre piccole chiese. San Giacomo è come una sentinella che vigila sul golfo e segna il cammino della comunità. Ancora oggi questo è un luogo di devozione, dove si riscoprono i valori tradizionali della nostra terra”.

Presso la casa parrocchiale esiste un ostello sempre aperto per l’accoglienza di piccoli gruppi di pellegrini impegnati sul cammino verso Santiago di Compostela, lungo l’antica Via della Costa. Nei locali si respira un’aria di pace e serenità, un richiamo alla meditazione e a uno stile di vita semplice.

“L’ostello – racconta Don Luca – nasce da un’esperienza personale sul cammino di Santiago, che ho scoperto per la prima volta nel 2010. Ritornando, ho voluto rivivere questa esperienza e condividerla con le persone che possono venire in questo luogo. Il cammino è lento, ci dà la possibilità di osservare la natura e di rivivere una realtà che nella fretta si perde”.