video
08:55

“A Diano Marina abbiamo avuto il record di preferenze di Bruno Manitta, le tantissime di Veronica Brunazzi. Oltre ad avere dato un contributo importante per la vittoria di Za Garibaldi entreranno in Consiglio da vicesindaco uno e con deleghe importanti l’altra. Anche a Diano Castello con Massimo Calcagno abbiamo preso tantissime preferenze così come ha fatto il mio amico Elio Brizio a Prelà”. A fare questo bilancio il vicepresidente e assessore regionale Alessandro Piana, portacolori della Lega.

“Storicamente i nostri candidati alle comunali hanno sempre pagato dazio, ora invece va detto che sono diventati bravi e che godono della stima dei cittadini”, aggiunge Piana.

Piana si è poi espresso anche sull’obbligatorietà del green pass dicendo: “Partiamo dal presupposto che non ci possiamo più permettere un blocco delle attività economiche del nostro Paese e che dobbiamo difendere chi potrebbe essere debole, ma io sono contro l’obbligo a prescindere. L’obbligo del vaccino credo sarebbe da rivedere. Penso sarebbe stato più opportuno fare un’opera importante di convincimento, soprattutto per soggetti anziani e deboli, a vaccinarsi. Fughiamo ogni dubbio, io sono vaccinato e ho il green pass, ma è una scelta mia personale, non ero stato obbligato da nessuno”.

L’intervista completa al vicepresidente Piana nel video-servizio di Riviera Time.

Articolo precedenteSanremo, a Villa Nobel il convegno dei Lions “Alimentazione Onnivora, Vegetariana e Vegana”
Articolo successivoSanremo, premiati i vincitori del 5° trofeo “Freesby Yup” di softball