video

Taglio del nastro alle ore 17 per Casa Sanremo, da oggi in diretta dal Palafiori di Sanremo.

Gradita sorpresa la visita del conduttore del 71° Festival Amadeus che non è voluto mancare a questa importante inaugurazione, uno dei pochi eventi che ruotano attorno a questa travagliata edizione della canzone italiana.

Il lancio è avvenuto in streaming dal “salotto” di Casa Sanremo, presenti il patron Vincenzo Russolillo, l’assessore comunale Giuseppe Faraldi, l’assessore regionale Gianni Berrino e Sergio Cerrutti presidente AFI (Associazione Fonografici Italiani).

Durante la diretta, oltre i consueti saluti e ringraziamenti, si sono messi a confronto i dati record dello scorso anno rispetto a quelli più modesti di quest’anno, con un accento particolare sul numero degli addetti ai lavori, ridotti dell’80%.

Proprio a sottolineare la difficile situazione dei lavoratori dello spettacolo sono stati loro a tagliare simbolicamente il nastro quest’anno.

“La musica è un lavoro”, sottolinea Sergio Cerruti presidente AFI, “i dati mostrati oggi sono una prova di quante persone lavorano in questo settore e la nostra presenza come discografici è per dimostrare la vicinanza a questo comparto che è a tutti gli effetti un’industria” .

Commenta l’assessore comunale Faraldi: “Anche se la modalità sarà diversa, più consona al periodo, è comunque un segno di continuità, si rinuncia ai bagni di folla a favore della comunicazione, di quello che Sanremo può offrire alla musica e a tutto il comparto musicale.”

“Il Festival dimostra la sua importanza perché in un periodo difficile come questo si è voluto comunque portarlo avanti e non dimentichiamoci la sua grandissima valenza come veicolo per la promozione del territorio, per la mia Sanremo e per la nostra Liguria”, dichiara l’assessore regionale Gianni Berrino.

Conclude il patron Vincenzo Russolillo: “Abbiamo un protocollo sanitario molto serrato per far lavorare tutti quanti serenamente, sarà un’edizione molto complessa da gestire, ma rispetteremo tutte le norme per poter agire in sicurezza. Volendo le cose si possono fare.”

Nel videoservizio a inizio articolo le interviste complete.

Articolo precedenteLa classifica di Riviera Time: i video più visti dal 22 al 28 febbraio
Articolo successivoArimondo dona buoni alimentari alle famiglie in difficoltà in provincia di Imperia