In "Via Dritta 22" gli acquerelli di Paola Reviglio raccontano Bordighera

A Bordighera presso “Via Dritta 22” è ospitata fino a domenica la mostra della pittrice Paola Reviglio “Acquerelli a Bordighera. Ricordando Monet”.

La storia dell’artista è particolare perché non nasce come pittrice bensì come medico anestesista: “Pitturavo quando ero piccolina soprattutto mentre mi trovavo in vacanza a Roma e non ho mai frequentato nessuna scuola artistica – racconta – Io ho lavorato 36 anni in ospedale e poco prima di andare in pensione ho deciso di riprendere il pennello in mano, andando a frequentare delle lezioni di acquerello. Ho scelto questa tecnica perché pensavo fosse quella più comoda ma invece ho poi scoperto che è molto difficile”.

L’artista si colloca nell’arte figurativa: “Avendo fatto un lavoro razionale non riesco ad essere creativa. Mi ispiro alla natura, ai volti delle persone e ai loro sguardi”.

Nonostante Paola viva a Torino da ben 25 anni fa visita alla Città di Bordighera e molti suoi quadri si ispirano alla città: “Trovo che sia molto bella ed in particolare mi affascina moltissimo il suo passato perché sapere che è stata dipinta da Monet è per me una fonte di ispirazione emozionante”.