Qualche giorno fa sulle pagine dei quotidiani francesi si leggeva che tra i pochi, se non proprio gli unici, a beneficiare del nuovo lockdown e relative restrizioni in Costa Azzurra erano i tabaccai.

Ma dopo aver visto personalmente lasciar entrare tre ragazze, forse di Mentone, a piedi dalla frontiera di Ponte San Ludovico sul suolo italiano solo per andare a comprare stecche di sigarette, adesso si creano anche gruppi facebook di tabagisti del sud-est francese.

Il successo è immediato come dimostrano le quasi tremila adesioni di ‘Cigarette en Italie’ un gruppo creato da un fumatore 29enne di Cagnes. Su questo gruppo ci si scambiano informazioni soprattutto ci si avvisa quando qualcuno tenta di superare il confine per comprare sigarette in Italia con un risparmio del 50%.

“Sino a qualche giorno fa – ha detto l’ideatore del gruppo – non era impossibile attraversare la frontiera senza nessun problema anche solo per andare dal tabaccaio, bastava evitare i controlli bord-de-mer e transitare dall’autostrada che nonostante quello che veniva affermato si passava come un coltello nel burro”.

Adesso è più complicato, i controlli si sono stretti anche alla barriera di Ventimiglia ma il gruppo ‘Cigarette en Italie’ è sempre molto attivo nel fornire indicazioni per sperare di riuscire a farcela, spiegando dove ci sono code, controlli più severi, orari preferibili ma anche esperienze vissute.

“Volevo entrare in Italia ma sono stato fermato e invitato a tornare indietro. Ho finto di seguire l’ordine ma con un banale stratagemma li ho fregati riuscendo comunque ad acquistare le stecche di sigarette che volevo”, ha raccontato un membro del gruppo che resta molto attivo e frequentato nonostante la minaccia di una multa di 400 euro per chi trasgredisce.

Articolo precedenteLa ‘Ferrovia delle Meraviglie’ vince la decima edizione dei ‘Luoghi del Cuore Fai’, l’assessore regionale Berrino: “Riconosciuta l’importanza turistica”
Articolo successivoCovid, Camporosso: vaccinazioni frontalieri under 65 questo fine settimana