video
04:48

Il fischio della locomotiva D445.1018 ha accompagnato questa mattina la partenza del “treno di Biancheri”, il famoso treno storico “Centoporte” che prende il nome dal presidente emerito della Camera dei Deputati, il ventimigliese Giuseppe Biancheri, che contribuì alla realizzazione della tratta. Un modo per festeggiare la riapertura della tratta ferroviaria Cuneo-Ventimiglia, fra profumi e paesaggi mozzafiato a cavallo fra Italia e Francia.

Tantissime le persone che questa mattina si sono recate in stazione, semplici curiosi o veri e propri appassionati, per vedere da vicino e scattarsi una foto davanti a quello che è stato uno dei simboli della locomozione ferroviaria italiana, ispirato alle diligenze dei primi del Novecento e caratterizzato da interni interamente in legno, che contribuiscono a creare le atmosfere di una volta.

Alle 9.55, il treno è quindi partito dal binario 7 alla volta della Francia, con a bordo ben 500 passeggeri. Ferma nelle stazioni di Breil Sur Roya, Tenda, Limone Piemonte, con arrivo previsto a Cuneo alle ore 12.40.

L’iniziativa rientra nel progetto ALPIMED MOBIL, finanziato dal programma europeo di Cooperazione Italia-Francia ALCOTRA.

Nel servizio di Riviera Time le immagini della partenza e le interviste all’assessore regionale ai Traspori, Gianni Berrino, al presidente della provincia di Imperia, Claudio Scajola, al sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino e al direttore generale della Fondazione FS, Luigi Cantamessa.