25 sacchi di spazzatura raccolti, oltre 2 mila sigarette, molta plastica e vetro: questo il risultato dell’inziativa messa in atto oggi pomeriggio da un gruppo di volontari di Imperia.

Il progetto prende spunto dallo sciopero globale del “Fridays For Future” di venerdì 15 marzo, l’iniziativa ecologista lanciata dalla giovane attivista Greta Thunberg che preme per una concreta svolta eco-sostenibile per il nostro pianeta.

Da un’idea della giovane imperiese Sara Frascà, oggi pomeriggio 15 persone tra bambini e adulti hanno lavorato per circa due ore con l’obiettivo di rendere Imperia più pulita. Il gruppo si è spostato da piazza Roma al Parco Urbano, raccogliendo di volta in volta i rifiuti trovati lungo il tragitto.

“Sono soddisfatta del risultato ottenuto e vorrei ringraziare tutte le persone che sono venute” commenta Sara al termine del lavoro. “La giornata di oggi é servita ad aprirmi gli occhi, non pensavo ci fosse così tanta spazzatura in giro: in ogni angolo c’era qualcosa da raccogliere. La gente dovrebbe cercare di essere più civile e trattare gli spazi comuni come se fossero la loro casa, non come una discarica”.

Articolo precedenteSanremo, rimessi a nuovo e in sicurezza i campi da calcio e basket di Poggio
Articolo successivoVallecrosia sempre più green: proseguono le passeggiate ecologiche per la pulizia delle spiagge