Imperia, una nuova stagione di laboratori artistici e musicali al M.A.C.I.

    Il M.A.C.I. Museo Arte Contemporanea di Imperia, da ormai due anni sotto la gestione di Cooperativa CMC, inaugura l’autunno 2018 rivolgendosi soprattutto alle scuole, per una rinnovata stagione di Percorsi didattici e Laboratori artistici.

    Le scuole del territorio si sono dimostrate estremamente sensibili e responsive all’offerta didattica proposta per gli anni 2017 e 2018, coinvolgendo oltre 600 alunni della Provincia di Imperia in diversi momenti ed appuntamenti all’insegna dell’arte e della scoperta negli spazi di Villa Faravelli.

    Le attività delle passate edizioni del Progetto EduMACI si sono infatti rivolte ad alunni di diverse fasce d’età: dall’asilo nido grazie alla collaborazione con l’associazione Il campo delle fragole (che ha organizzato un’esposizione delle opere dei piccoli artisti nel parco della Villa), sino all’università con le visite alle mostre temporanee David Bowie. The Realf Face e Post Punk Situation proposte agli studenti dei corsi di Scienze del Turismo dell’Università di Imperia e dell’Accademia di Belle Arti di Sanremo.

    Il progetto EduMaci 2018 / 2019: Cre – Azione! si rivolge allora alle scuole con nuove proposte per l’anno scolastico che va ad iniziare, nell’intento di sensibilizzare rispetto all’importanza fondamentale di un’esperienza formativa che unisca arte e gioco, rivolgendosi ad ogni fascia d’ età con un linguaggio didattico mirato. Il nuovo progetto Cre – Azione! coinvolgerà infatti i più o meno piccoli in una serie di incontri, pensati per le diverse fasce d’età. Le attività accompagneranno gli alunni in una scoperta interattiva e creativa delle opere della collezione permanente Architetto Lino Invernizzi esposte presso i meravigliosi ambienti di Villa Faravelli e al mondo dell’arte contemporanea in generale. Un’occasione unica per entrare in contatto con i protagonisti dei principali movimenti artistici del Novecento, un’opportunità di crescita e scoperta della propria fantasia e della propria manualità. Gli ampi spazi della villa, il valore della collezione permanente alla quale si affianca una dinamica programmazione di mostre temporanee – all’insegna della selezione qualitativa e dell’innovazione – uniti all’esperienza dello staff del museo, definiscono il catalogo di visite e laboratori EduMACI come un’ occasione unica e importante per la formazione delle giovani generazioni.

    La stagione 2018 / 2019 del M.A.C.I. si avvia anche e soprattutto all’insegna di un’inedita collaborazione con l’Associazione imperiese Pànta Musicà – Amici della Musica. L’Associazione Pànta Musicà, da sempre attenta alla diffusione della cultura musicale nel territorio imperiese, si dimostra sempre più all’avanguardia in ambito didattico-musicale. Per il primo weekend di Ottobre verranno infatti proposti una serie di eventi d’eccezione negli spazi di Villa Faravelli. Sabato 6 ottobre dalle ore 15 “Li facciamo suonare tutti!”, evento gratuito rivolto a chi desidera avvicinarsi agli strumenti, ma ancora non ha trovato quello giusto. Docenti e allievi si esibiranno a porte aperte nelle sale di Villa Faravelli, permettendo a chi lo desidera di assistere alle lezioni, provare gli strumenti e chiedere tutto ciò che non si è mai osato chiedere. Nello stesso pomeriggio i gruppi di musica d’insieme si alterneranno in brani di musica nei vari generi musicali.  Domenica 7 ottobre dalle ore 9 nel meraviglioso salone di Villa Faravelli sarà la volta di Pànta Musicà per i più piccoli, che ospiterà Musa!-ConcertsTM , un format innovativo ideato da Andrea Apostoli, Presidente dell’AIGAM – Associazione Italiana Gordon per l’Apprendimento Musicale. Si tratta di un modo di nuovo di proporre concerti, che sta riscuotendo enormi successi in Italia e all’estero, e vanta collaborazioni con le più importanti orchestre e istituzioni musicali al mondo, fra cui i celeberrimi Berliner Philharmoniker e Wiener Philaharmoniker. Un concerto educativo, destinato a un pubblico di piccolissimi tra 0 e 11 anni e i loro genitori, un format collaudato, a misura di bambino. “Nessun palco, nessuna platea. Genitori e bambini seduti su un caldo parquet, circondati dai musicisti. Un flauto, un sassofono, un mandolino, un contrabbasso e un pianoforte suoneranno interagendo con il pubblico.” Basato sui principi della Music Learning Theory – elaborata dal ricercatore americano Edwin E. Gordon che spiega come apprendiamo e ascoltiamo la musica – il concerto del 7 ottobre è a cura dell’Educational Concerts Designer Roberta Garrione, Insegnante Certificato AIGAM. Con la partecipazione de I Pàntamusici, ensemble dell’Associazione Pànta Musicà. Il secondo venerdì di ogni mese verrà proposta una mattinata di concerti per gli alunni della Scuola dell’Infanzia e della Scuola Primaria – per un totale di 8 incontri – mentre in alcune domeniche pomeriggio verranno proposti una serie di concerti rivolti ai bambini ed ai loro genitori (o futuri genitori). Durante le mattinate dei concerti per le scuole i bambini saranno inoltre coinvolti nei laboratori didattici organizzati dal personale del M.A.C.I., così da proporre un’esperienza che unisca Arte & Musica Contemporaneamente. Per le famiglie che parteciperanno invece ai concerti delle domeniche pomeriggio sarà previsto un biglietto di ingresso promozionale alla Collezione permanente Architetto Lino Invernizzi.

    Soddisfatta delle iniziative l’assessore alla Cultura di Imperia Marcella Roggero, che commenta: “È nostra intenzione sviluppare in modo moderno la rete museale cittadina. Questo significa rendere realtà come Villa Faravelli un luogo vivo, interattivo, ricco di eventi e appuntamenti. Il museo non deve più essere percepito dai cittadini come un luogo distante. Mi fa piacere vedere tanti laboratori dedicati ai bambini. Significa coinvolgere i cittadini di domani e incentivare nel medio-lungo periodo la promozione della cultura. È un educational program sullo stile di tante grandi realtà internazionali e servirà anche ad alzare il livello dell’offerta turistica di Imperia, che è uno degli obiettivi della nostra amministrazione”.