[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/216674541″ videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/”]A Imperia si riprende a investire sul mattone e in provincia tornano ad acquistare gli stranieri. È quanto emerge dall’ultimo studio del Gruppo Tecnocasa, presentato quest’oggi a Imperia insieme alla Confesercenti.

Sebbene il secondo semestre 2016 abbia visto ancora un calo dell’1,6% del prezzo degli immobili nella città capoluogo, si nota un deciso ritorno degli investitori. Il dato più interessante e che fa ben sperare è quello legato al numero di compravendite. A Imperia città sono state acquistate 454 abitazioni, con una crescita del 20,4% rispetto all’anno precedente.

Buoni segnali arrivano anche dal mercato creditizio. Negli ultimi tre mesi del 2016, infatti, sono stati erogati volumi nella provincia di imperia per 56,2 milioni di euro, che significa una crescita del 28,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Interessante anche la provenienza degli acquirenti. “Lavoro in questa provincia da 20 anni e ultimamente ho visto tanti francesi acquistare casa qui, cosa che negli anni passati era impensabile”, ha sottolineato Giovanni Griotti, consulente Tecnocasa.

Soddisfatto da questi dati positivi anche il direttore provinciale di Confesercenti, Giovanni Cosentino. “Ogni giorno siamo costretti a fare i conti con notizie negative. Quando invece arrrivano segnali positivi mi si riempie il cuore”.

Articolo precedenteIl comitato “Salvataggiasca” propone il test del DNA per salvaguardare l’oliva del Ponente Ligure
Articolo successivoSanremo, calano gli incidenti stradali nel 2016. Continua il progetto della Unipolis sull’educazione stradale