video

La Riviera soffre per le carenze di un sistema infrastrutturale scarso e vetusto. Le emergenze di queste ore non fanno altro che mettere a nudo una realtà che tutti dovrebbero avere chiara. Abbiamo bisogno di agire con forza e urgenza per uscire dall’isolamento. Servono risposte, non passerelle”. Queste le parole del sindaco di Imperia Claudio Scajola al termine dell’incontro con il presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, avvenuto ieri pomeriggio a Imperia.

L’incontro fa seguito al vertice di martedì scorso con il Prefetto Intini, nel quale gli amministratori locali hanno discusso le strategie per far uscire l’imperiese dall’isolamento.

“Oggi abbiamo evidenziato tutti i temi che nei giorni scorsi diversi sindaci hanno messo insieme, per presentare delle richieste urgenti: intensificazione dei mezzi di trasporto che ci sono, una campagna di sicurezza sulle nostre infrastrutture, altrimenti i turisti per paura non vengono, inserire il potenziamento delle infrastrutture“, ha dichiarato Scajola. Tra le priorità, la realizzazione dell’Albenga – Carcare – Predosa e il completamento dell’Aurelia bis.

“Ritengo che questo regionalismo e queste Regioni così organizzate siano troppe e non corrispondano alla effettiva richiesta di rappresentanza da parte delle cittadinanze: in Italia basterebbero otto Regioni e il ripristino delle Province“, conclude Scajola.

Nel frattempo, questa mattina è stata riaperta l’autostrada A6 Savona-Torino nella carreggiata sud, nel tratto compreso tra Millesimo e Savona e tra Altare e Savona; si procede a doppio senso di marcia per un chilometro. La carreggiata nord è interrotta da domenica per il crollo del viadotto Madonna del Monte causato da una frana.