Imperia: riparte la città, i commercianti: "È stata dura ma oggi è una nuova rinascita"

Anche la città di Imperia entra a pieno regime nella Fase 2. Questa mattina è entrata in vigore la nuova ordinanza regionale che permette la riapertura delle attività economiche, con le dovute misure di sicurezza.

Nello specifico, come comunicato ieri dal presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, da oggi in Liguria riapre tutto il settore commerciale, la ristorazione, tutti gli esercizi di somministrazione cibi e bevande, i parrucchieri ed estetisti, le spiagge libere e le spiagge libere attrezzate, che saranno oggetto di ordinanze dei Comuni. Riaprono parchi, ville, giardini, musei, le strutture ricettive, le piscine e palestre, tutte con le regole chiare e precise approvate dalla Conferenza delle Regioni. Via libera poi agli spostamenti all’interno della Regione senza alcun limite e possibilità di incontrare gli amici, ma rimane il divieto di assembramenti e il distanziamento sociale di almeno un metro tra le persone che non abitano sotto lo stesso tetto.

A Imperia questa mattina erano diverse le persone in giro per fare acquisti, mentre nella zona di Calata Cuneo la maggior parte dei bar e ristoranti resta ancora con la saracinesca abbassata, per via della difficoltà di attuare per tempo le misure previste dal Dpcm. Nei negozi entrate scaglionate, gel igienizzante e guanti; la cartellonistica posta all’entrata spiega in modo chiaro le misure di sicurezza da adottare all’interno dei locali.

Riviera Time ha fatto un giro in centro per raccogliere alcune opinioni dei commercianti.