In una Regione come la Liguria, tra le più vecchie d’Italia con il 28% dei residenti over 65, l’assistenza agli anziani è di fatto una problematica sociale complicata e che avrà conseguenze nei prossimi decenni.

    Secondo stime ISTAT nel 2021 si calcola che gli ultra 65enni saranno 13 milioni, rispetto ai 10 milioni del 1997. Mentre gli ultra 80enni saranno oltre 4 milioni.

    Stiamo già assistendo alle conseguenze con l’aumento dei casi di demenza senile e di Alzheimer che in Regione sono circa 17mila.

    La famiglia risultata essere il soggetto centrale della cura, dell’assistenza e del sostegno psicologico di queste persone.

    L’80% dei casi sono, infatti, gestiti direttamente dai famigliari. Il 36% degli anziani non autosufficienti vive a casa di un figlio che spesso ha 60 anni e più. Il 40% si appoggia ad una badante.

    Una situazione che ha costi socio-sanitari esorbitanti. Secondo dati Censis del 2007, la spesa è equivalente a 60 mila euro l’anno per ogni anziano tra costi diretti e indiretti, l’80% dei quali a carico della famiglia.

    Ce ne parlano Franco Bonello, Direttore Sanitario RSA Borea Sanremo, e Francesco Alberti, Direttore della Struttura Complessa di Neurologia dell’Asl 1 Imperiese.