[beevideoplayersingle videourl=”https://vimeo.com/250282575″]Risveglio shock questa mattina per la città di Imperia.

La piscina Felice Cascione è stata infatti posta sotto sequestro penale,a seguito di un blitz dei Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico e del Comando Provinciale. Si tratta di ipotesi di disastro ambientale colposo, e il fascicolo è a carico di ignoti.

Valori altissimi del batterio Legionella sono stati rilevati nei bagni, e la piscina è stata posta sotto sequestro soprattutto a causa delle carenze strutturali che rendono impossibile igienizzare la struttura a breve termine.

Il provvedimento d’urgenza è stato disposto dal Procuratore aggiunto Grazia Pradella.

Non tarda ad arrivare la presa di posizione della Rari Nantes, la società che gestisce la piscina comunale: “Uno dei primi pensieri va ai nostri clienti che momentaneamente non potranno allenarsi o svolgere attività. Ci scusiamo per il disagio con tutti Voi: fin da subito, ci siamo attivati per riportare la situazione sui binari della normalità. Le decisioni e i conseguenti disagi giungono nel mezzo di una indagine molto ampia che ha toccato tutti i procedimenti di sanificazione all’interno dell’impianto intero. Il risultato ha fatto emergere tracce di Legionella Pneumofila in una parte molto limitata dell’impianto stesso e che assolutamente non concerne le vasche e le acque ove vengono svolti allenamenti e attività varie, per le quali le analisi hanno rivelato valori conformi alle norme”.