La passione per i viaggi porterà Nicolò Guarrera, 27enne vicentino, ad affrontare il giro del mondo a piedi attraverso quattro continenti, in un viaggio di tre anni e mezzo lungo 33 mila chilometri. Dopo essere partito da Vicenza il 9 Agosto di quest’anno ha già attraversato la Pianura Padana, gli Appennini tra Parma e La Spezia, e dopo aver trascorso il fine settimana a Genova, ha raggiunto due giorni fa Savona e domani arriverà ad Imperia.

Se per Niel Armstrong fu un piccolo passo per l’uomo, per il veneto 27enne Nicolò Guarrera saranno milioni di passi per raggiungere un grande obiettivo, non sulla Luna, ma sul nostro pianeta, perché vuole riuscire a completare il giro del mondo a piedi. Dopo aver vissuto un anno in Spagna e otto mesi tra Australia e sud est asiatico, ha unito la sua passione per i viaggi a quella di scoprirne i luoghi camminando, tanto che nell’estate 2017 ha percorso a piedi il tragitto tra la Liguria ed il Cammino di Santiago.

DALLA VITA “NORMALE” AD UN’IMPRESA GLOBALE. Dopo essersi laureato a Parma alla magistrale in Trade Marketing, si è trasferito a Milano per lavorare nel medesimo settore.

Tuttavia, il desiderio di scoprire un mondo che offriva tante opportunità fuori dal proprio ufficio lo ha portato a mettere da parte i risparmi, licenziarsi dalla sua attività e programmare la grande sfida della sua vita, il giro del mondo a piedi.

IL VIAGGIO. Il viaggio durerà tre anni e mezzo, in un percorso di 33.000 km che Nicolò chiama “Il viaggio da casa a casa”, ispirandosi al periodo del Grand Tour quando giovani ragazzi viaggiavano lungo l’Europa per accrescere le loro conoscenze e tornare in patria per condividerle. Il progetto si chiama PIEROAD, ovvero “Pie” dal piede del dialetto veneto e “Road” la strada internazionale.

L’ITINERARIO. Nicolò partirà dalla sua casa a Malo, in provincia di Vicenza, ad inizio agosto e si dirigerà verso Genova e lungo il litorale meridionale francese, per giungere poi al confine spagnolo. Seguirà il Cammino di Santiago a lui già noto e raggiungerà l’aeroporto di Madrid per volare in Costa Rica, da dove si dirigerà verso la capitale ecuadoregna per poi raggiungere la costa pacifica percorrendo la Ruta del Sol e continuare verso sud, attraversando Perù e Cile. Dopo otto mesi dall’arrivo in America Latina, nell’autunno 2021 si imbarcherà per l’Australia, raggiungendo Sydney/Melbourne e da lì a piedi fino alla costa nord, dove prenderà un battello per Singapore.

L’ultimo grande continente da affrontare sarà l’Asia, a partire dalla Malaysia, Thailandia giungendo a Bangkok e da lì in Birmania ed India. Si dirigerà in Bangladesh per poi tornare nel subcontinente indiano, a New Delhi, e successivamente in Pakistan proseguendo lungo la Karakorum Highway, strada che attraversa l’omonima catena montuosa e passa in Cina a 4.700 metri, il punto più alto dell’intera spedizione.  Dopo un mese di cammino in Cina sarà la volta del Kirghizistan, dove prenderà la Via della Seta attraverso Samarcanda, Bukhara fino al Turkmenistan, ed Iran. Dall’antica Persia raggiungerà le coste del Mar Caspio attraversando l’Azerbaijan, la Georgia e la Turchia fino a Costantinopoli, dove ritornerà in Europa passando dalla Grecia e poi ancora a piedi, attraverso i Balcani per tornare a Malo.Segui l’avventura di Pieroad in tempo reale su Instagram: https://www.instagram.com/pieroad____/

Articolo precedenteReferendum, il sindaco di Taggia Conio: “Risparmio Stato non passa da taglio suoi rappresentanti, ma da ottimizzazione servizi e serietà”
Articolo successivoSpettacoli Doc con Petruzzelli e Zebo nelle serate del 27° Premio Vermentino