“Giocare è un diritto di tutti i bambini, sancito il 20 Novembre 1989 dalla Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia. Perché allora gran parte dei parchi giochi a Imperia non sono accessibili ai bambini con disabilità?

È questa la domanda che si sono posti cinque ragazzi del Liceo Linguistico Amoretti di Imperia (Alissa, Martina, Donia, Cristina e Riccardo) nell’Ottobre del 2016. Hanno così ideato il progetto ‘Having Fun Together con il sogno di rendere i parchi giochi della città accessibili a tutti.

Esiste già, per fortuna, una Onlus, La Giraffa a Rotelle, che insieme ad un’altra associazione, Il cuore di Martina, aveva donato un’altalena, poi installata al Parco Urbano; per questo i ragazzi, ammirati, si sono attivati per fare tutto il possibile per aiutarli, considerando inoltre che era appena stata installata anche alla Rabina un’altra altalena, donata, in quel caso, dai Lions.

Dopo un incontro con l’assessore Laura Gandolfo gli studenti hanno contattato anche la Onlus Sorridicon Pietro e si sono organizzati, con il loro supporto, per una raccolta fondi.

L’intenzione era di raccogliere i soldi necessari per l’acquisto e l’installazione di una giostra girevole accessibile sia ai bambini in sedia a rotelle che non.

Una giostra che non escludesse davvero nessuno e che fosse il simbolo più adatto al messaggio che si voleva trasmettere: il nome è “Giostra Girasole”, per il costo di 4,500 €. Verrà posizionata a Borgo Prino, dove per l’estate 2019 sarà inaugurata anche una spiaggia completamente inclusiva, senza barriere architettoniche. Questo potrebbe essere il primo passo verso un vero e proprio parco inclusivo, perchè i bambini sono tutti uguali e hanno diritto a giocare insieme.

Il 4 Novembre è quindi scattata la raccolta da parte del gruppo Equality, nato appunto a seguito di un percorso di alternanza scuola-lavoro del Liceo Linguistico Amoretti di Imperia per l’acquisto di questa giostra da posizionare nella città di Imperia. Grazie all’enorme contributo della Onlus SorridiconPietroche ormai da diversi anni con il suo progetto “Diamo Qualità Alla Vita” si occupa di cure palliative pediatriche nel nostro territorio, oltre ad essere molto attiva anche in altri settori, quali quello della disabilità, la raccolta può considerarsi conclusa; proprio per questo gli studenti ci tengono a ringraziare i ragazzi dell’associazione che si sono dimostrati molto disponibili a finanziare il loro progetto.

I cinque ragazzi (Mulas Alissa, Gasloni Martina, Rejaibi Donia, Ma Cristina e Meda Riccardo) vogliono condividere gli esiti di queste donazioni e ringraziare tutti coloro che hanno donato: al liceo I.I.S Carlo Amoretti di Imperia sono stati raccolti 530€, al Liceo Scientifico Viesseux 141,87€, all’ITIS 100,73€, al Ruffini 95,86€, 18€ provengono dal Bar Sport di Caramagna e 557,47€ sono stati raccolti durante la manifestazione di OlioOliva il 9-10-11 Novembre 2018.

La quota mancante per realizzare l’opera sarà a carico della SorridiconPietro Onlus.

Articolo precedente“Food & Wine”, l’agroalimentare di qualità in vetrina a Imperia
Articolo successivoVentimiglia, Giovanni Ballestra annuncia la candidatura a sindaco: “Voglio impegnarmi per dare un futuro migliore ai cittadini”