Imperia, online il cortometraggio “Lorem Ipsum”: intervista alle videomaker

In un ipotetico futuro la società è stata sovrastata da un regime di stampo totalitario. Il sistema sta abolendo ogni forma d’arte ed espressione personale. Tutta la città, i cittadini e le loro attività sono sottoposte a un rigido controllo. Questa, in breve, la trama di “Lorem Ipsum“, un cortometraggio indipendente realizzato da cinque ragazze del liceo artistico, in collaborazione con il MACI e il Comune di Imperia Assessorato alla Cultura.

Girato in varie location di Imperia, il corto è stato presentato sabato scorso al Puerto – Spazio aggregativo giovani e fa parte del progetto “Rimettiamoci in gioco!” lanciato dai ragazzi e dal centro Puerto. La regia è stata curata da Matilde Molinari, così come la storia e la sceneggiatura; a queste ultime hanno lavorato anche Federica Bonanno, Clara Fineo, Sara Setaro e Irene Sevega. Gli attori sono invece Alberto Reichstein, Massimo Molinari, Valerio Tare e Giuseppe Fici.

“Siamo partite dalla parola ‘ossessione’, che è il tema di fondo del cortometraggio – spiega Matilde. – Il protagonista, Alberto, è un pittore che vive in un futuro distopico dove l’arte viene proibita. Con questo corto volevamo trasmettere l’emozione che si prova quando si crea qualcosa di artistico, di figurativo, e l’emozione che si prova quando si viene privati dell’essenza della propria vita, in questo caso l’arte”.