comune imperia

Uno stanziamento complessivo di circa 800mila euro, con una platea potenziale di oltre 1.800 beneficiari. Sono questi i numeri principali del “Pacchetto Aiuti” varato dall’amministrazione comunale di Imperia a sostegno di famiglie e cittadini in situazione di disagio. Un provvedimento che raccoglie al suo interno sette interventi straordinari per far fronte al  â€œcaro bollette” e all’inflazione, sostenere le associazioni del “Terzo Settore” nell’aiuto a chi ha bisogno e lanciare un messaggio a favore della natalità. 

Nel dettaglio, sono previste le seguenti misure: 

1. “Buon_o Caldo Natale”: erogazione, per complessivi 130.000 euro, di un contributo economico del valore cadauno di 200 euro a favore dei 650 nuclei familiari attualmente in carico ai Servizi sociali per ragioni strettamente connesse al disagio socio- economico, ad integrazione dei benefici sinora loro garantiti;

2. “Buon_o Ristoro”: erogazione di un contributo per la fruizione di pasti caldi per un massimo 400 persone, a favore di cittadini indigenti, in condizione di grave emarginazione sociale ed isolamento, segnalati dai Servizi Sociali e/o inviati dalle associazioni del Terzo Settore;

3. “Bando Fondo Sociale Affitti 2022”: contributi a sostegno delle spese sostenute per la locazione, per complessivi 407.770 euro, a favore di cittadini conduttori di alloggi in locazione, con contratto registrato. Si ipotizza un numero di aventi diritto non inferiore a 498 soggetti, dato registrato con il precedente Bando; 


4. “Fondo per la morosità incolpevole”: proroga dei termini e ulteriore erogazione, per complessivi 82.000 euro, di un contributo a favore di cittadini, morosi incolpevoli, in situazione di emergenza abitativa, finalizzato ad evitare o procrastinare gli sfratti; 

5. Progetto distrettuale di “Pronto Intervento Sociale”: interventi sociali emergenziali e urgenti attivabili tramite la costituzione di una Centrale Operativa e interventi in risposta ai bisogni primari, attraverso la fornitura di beni di prima necessità e l’eventuale accoglienza per periodi brevi in posti di accoglienza dedicati, a favore di cittadini che si trovino in situazione di senza dimora o grave marginalità, con uno stanziamento di 134.000 euro per le annualità 2022/2023. I beneficiari sono quantificati in circa 90 persone l’anno. 

A questi interventi si aggiungono due misure sociali realizzate dal Comune di Imperia grazie all’assegnazione di un contributo di 40.000 euro da parte della Fondazione CARIGE: 

6. “Buon_o Benvenuto Bebè!”, del valore unitario di 75 euro, per ogni figlio nato nel 2022 a Imperia;

7. Contributi, per complessivi 20.000 euro, a favore delle associazioni del Terzo Settore iscritte al “Tavolo di Coordinamento Solidale” per il sostegno fornito ai nuclei familiari in stato di bisogno, allo scopo di soddisfare le loro necessità più urgenti ed essenziali. 

I bandi e tutte le informazioni per accedere alle singole misure saranno disponibili a partire dai prossimi giorni sul sito del Comune di Imperia. Per ogni necessità e/o chiarimento gli uffici dei Servizi Sociali sono a disposizione. 

“La crescita che si osserva in questi anni a Imperia, con decine di opere pubbliche in corso o di prossima apertura, non deve farci dimenticare chi soffre e ha bisogno di aiuto. La nostra Amministrazione è sempre stata consapevole che la città del futuro non potrà che essere soprattutto una città solidale, capace di rimettere al centro i bisogni della comunità e non lasciare indietro nessuno. Gran parte dei progetti del PNRR che attueremo a Imperia va in questa direzione: penso al grande piano di investimenti su asili e scuole, agli spazi per le associazioni di volontariato, per l’invecchiamento attivo, agli interventi importanti di edilizia sociale, alla riqualificazione dell’Albergo Italia in chiave sociale. Nel brevissimo termine abbiamo deciso di mettere in atto questo “Pacchetto Aiuti”, coinvolgendo anche le realtà del Terzo Settore, per dare un aiuto concreto e immediato a chi si trova in situazioni di disagio”, dichiara il sindaco Claudio Scajola.

“Queste misure straordinarie vanno ad aggiungersi al lavoro che quotidianamente portiamo avanti come Servizi Sociali. Soltanto nell’anno che sta per concludersi abbiamo preso in carico come sistema assistenziale comunale 1848 nuclei familiari, che rappresentano circa il 9% del totale dei nuclei imperiesi. Sono persone che hanno più ambiti di bisogno, dalla fragilità economica, all’occupazione, all’abitazione. Il Covid, prima, e i rincari attuali, poi, hanno generato una situazione estremamente pesante per molte famiglie e, quindi, abbiamo ritenuto doveroso con il sindaco Scajola attivare questi interventi mirati, nei limiti delle possibilità del bilancio comunale. Pensiamo sia anche una risposta di solidarietà in vista del Natale”, commenta l’assessore alle Politiche Sociali, Luca Volpe.