claudio scajola

L’Amministrazione Comunale di Imperia ha deciso di istituire, in direzione monti-mare, il divieto di transito per gli autocarri da 3,5 tonnellate in via Nazionale, che estende quello già previsto per i mezzi da 7,5 tonnellate. Terminata la Statale 28, per accedere a Imperia, gli autocarri dovranno pertanto percorre la bretella che porta sull’argine sinistro e non potranno più attraverso il centro di Castelvecchio.

A partire dalla giornata di oggi sarà aggiornata la cartellonistica e nei giorni a seguire partirà l’attività di controllo da parte della Polizia Municipale.

“Migliorare la viabilità, e di conseguenza la qualità della vita di tutta quell’area, è un tema che ci sta particolarmente a cuore. Per questo motivo abbiamo inserito nelle nostre richieste di finanziamento al Governo per il Recovery Fund la variante Pontedassio-Imperia, che permetterebbe, insieme all’Aurelia Bis, una svolta epocale nella viabilità cittadina. Nell’attesa e nella speranza di poter vedere queste grandi opere, interveniamo con una decisione di buon senso per migliorare sin da subito la situazione”, spiega il sindaco Claudio Scajola

“Abbiamo deciso di estendere il divieto per alleggerire il traffico in Via Nazionale. Stiamo parlando di una strada ristretta che attraversa una zona molto abitata. Insieme al sindaco abbiamo ascoltato e accolto le richieste giunte all’Amministrazione da parte degli abitanti della zona e pensiamo in questo modo di garantire meno inquinamento acustico e ambientale”, commenta l’assessore alla Polizia Municipale, Antonio Gagliano.

Articolo precedenteCervo: presentata oggi l’edizione 58 del Festival Internazionale di Musica da camera
Articolo successivoBordighera: il consigliere Trucchi chiede informazioni precise su futuro dell’ospedale Saint Charles