[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/215666734″ videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/”]Il porto turistico di Imperia potrebbe a breve diventare pubblico. È questo l’obiettivo dell’Amministrazione Comunale e della GoImperia, società che gestisce il Porto in house.

Se ne parla ormai da tempo, ma con l’offerta ufficiale sottoposta ai curatori del fallimento della Porto di Imperia Spa, il Comune fa un primo, ma fondamentale passo in avanti.

Un’offerta che può arrivare ad un massimo di 7,5 milioni. Tra scomputi e rate, la GoImperia pagherà circa 2 milioni. È impossibile, però, fare i conti definitivi; da capire, infatti, la cifra dell’ultima maxi rata che dipenderà dalle trattative tra il Comune e il fallimento che sono ora in corso.

Il Sindaco, Carlo Capacci, l’Assessore al Demanio, Giuseppe Zagarella e il Presidente della GoImperia, Roberto Balbo, ci hanno spiegato tutti i dettagli di questo ambizioso e fondamentale progetto.

 

Articolo precedenteIl Ponte di Clavi, la bellezza della semplicità
Articolo successivo1996 – La scuola in piazza con Topolino