La consigliere comunale d’opposizione Maria Nella Ponte interviene sull’ipotesi di realizzare un forno crematorio nel cimitero di Oneglia e promuove la raccolta firme per bloccare l’opera. Il progetto è stato inserito nello schema di programma triennale 2020-22 dei lavori pubblici approvato dalla giunta e pubblicato sull’Albo Pretorio.

“L’amministrazione comunale – dichiara Ponte – intende realizzare un inceneritore di cadaveri e loro bare all’interno del cimitero di Imperia Oneglia. Lo chiamano ‘Tempio della cremazione’ è un inceneritore di cadaveri come i “termovalorizzatori” sono inceneritori di rifiuti. Producono scorie e immettono nell’aria residui inquinanti per l’ambiente e pericolosi per la salute pubblica. La Giunta Comunale ha già deliberato a favore del progetto valutandolo di interesse e pubblica utilità.”

“Giovedì 29 ottobre 2020 alle 18 il Consiglio Comunale voterà se inserire questo inceneritore nel piano triennale dei lavori pubblici e dare quindi avvio già entro il 2020 alla gara di appalto pubblica per la realizzazione dell’impianto con il sistema del project financing. Il cimitero di Imperia Oneglia si trova di fatto all’interno della città,” spiega la consigliere.

“L’inceneritore accoglierà salme provenienti dall’Italia e dall’estero senza limiti relativi al territorio. Chiediamo al Sindaco Scajola, agli Assessori e al Consiglio Comunale di Imperia di bloccare questo inceneritore,” conclude.

Articolo precedenteVerso nuovo dpcm: il governo studia una nuova stretta per arginare l’aumento dei contagi
Articolo successivoIl Palazzo Comunale di Imperia: storia di un edificio che celebra l’unione tra Oneglia e Porto Maurizio