Inaugurazione portici

Inaugurazione prenatalizia per i rinnovati portici di Oneglia. Questo pomeriggio il sindaco Claudio Scajola, il presidente regionale Giovanni Toti e l’assessore Marco Scajola hanno fatto un primo simbolico ‘giro’ sul cantiere ormai completato.

Ad accompagnarli tutte le più importanti cariche civili e militari della città. L’importante restyling è stato finanziato attraverso il fondo strategico regionale con un contributo di 1 milione e 567mila euro ai quali vanno aggiunti 82mila 500 euro stanziati direttamente dalle casse comunali.

Una rigenerazione che ha coinvolto piazza Dante, via della Repubblica e via Bonfante con nuova pavimentazione, abbattimento delle barriere architettoniche, ritinteggiatura, nuovi arredi e sistema di video sorveglianza e soprattutto un impianto di illuminazione moderno e funzionale.

Proprio la messa in funzione di questo nuovo impianto è stato uno dei momenti più significativi della visita con un colpo d’occhio notevole dal palazzo del Cremlino sul cuore pulsante della città: piazza Dante, senza autobus e con nuove aree verdi.

“Piazza Dante è l’unica di questa città – ha detto il sindaco Scajola. Da molti anni era in degrado e con la fontana chiusa. Ora è stata restaurata in maniera positiva e moderna. Un’illuminazione nuova e un rifacimento di tutto ciò che è il centro storico di Oneglia. Lo abbiamo fatto con un buon progetto e con tempi brevi attraverso il fondo strategico che la Regione ci ha concesso”.

Potrebbe questo essere un primo passo per una pedonalizzazione dell’area?

“Nei progetti di questa amministrazione – svela il primo cittadino – c’è un’alternativa attraverso l’allargamento di via Agnesi. Piazza Dante ora è già una zona senza autobus e con aree verdi e posti per le biciclette. Diciamo che è l’inizio di un percorso per la pedonalizzazione dell’area”.

Articolo precedenteCamporosso, al campo Zaccari i funerali di Mircko Salvaterra
Articolo successivoImperia, vertice Scajola-Toti: dal tubo per il nuovo Roja alla riqualificazione dell’ex Agnesi “C’è l’interesse di diversi investitori”