pino camiolo

“Per il Consiglio Comunale di Imperia il 2020 è stato un anno drammatico per la scomparsa del consigliere Claudio Ghiglione, che ricordiamo tutti con affetto, e un anno complesso per la gestione delle riunioni in videoconferenza”. Così il Presidente del Consiglio Comunale, Pino Camiolo, traccia un bilancio dell’attività svolta nell’anno appena conclusosi e guarda al prossimo futuro: “per l’anno che si è appena aperto l’auspicio è di riportare al più presto le sedute in presenza nella Sala Consiliare, la casa della democrazia di Imperia”.

Venendo ai numeri, nel corso del 2020 si sono tenute 10 sedute del Consiglio Comunale, di cui ben 6 in videoconferenza, modalità utilizzata per la prima volta nella storia del ‘parlamentino’ imperiese. “Nonostante la pandemia, il Consiglio Comunale non ha conosciuto soste, anche a fronte dell’enorme lavoro portato avanti dal sindaco Scajola e dall’Amministrazione Comunale. Sono state 103 le delibere licenziate“, sottolinea Camiolo. “Non sono mancati i momenti di confronto, come testimoniano le 122 commissioni che si sono tenute. A tal proposito, desidero sottolineare il lavoro significativo portato avanti dai diversi presidenti di Commissione e ringraziare tutti i consiglieri per l’impegno profuso. Auguro a tutti un 2021 che ci riporti alla normalità così tanto desiderata”.

Articolo precedenteCovid, Toti: “In settimana scadrà il dpcm del governo sulle zone. In Liguria Rt tra 1,01 e 1,07. Dovrebbe corrispondere il colore giallo”
Articolo successivoMeteo, continua il tempo instabile sulla Liguria: possibili nevicate nell’entroterra di ponente