museo navale - maci

Grande afflusso di visitatori al Museo Navale e al M.A.C.I. Museo di Arte Contemporanea di Imperia durante il lungo ponte festivo di Pasqua e del 25 aprile. Sono stati infatti registrati nelle due sedi museali quasi 500 ingressi da venerdì 19 a domenica 28 aprile, con un picco raggiunto nel giorno di Pasquetta al Museo Navale di ben 135 visitatori.

Si √® trattato soprattutto di turisti – sia italiani che stranieri – in visita ad Imperia e dintorni, ma non sono mancati gli Imperiesi che hanno voluto cogliere l’occasione e dedicare alcune ore alla visita dei musei durante le giornate festive di aperture straordinarie.

Al Museo Navale moltissime sono state le famiglie, che hanno approfittato del percorso di visita caratterizzato dalle numerose installazioni multimediali ed interattive che affiancano i cimeli ed i pezzi unici presenti in esposizione.

La ricca collezione di documenti e reperti riguardante la vita in mare e le imprese storiche allestita¬†negli ex Magazzini Generali di Borgo Marina,¬†riprender√† per tutto il mese di Maggio con i suoi consueti orari di apertura del Gioved√¨ e Sabato, dalle 15.30 alle 19.30 ‚Äď oltre che il¬†marted√¨ mattina¬†dalle 9.30 alle 11.30 (mattinata dedicata alle scuole e ai gruppi previa prenotazione allo¬†0183.651363).

Il Museo Navale di Imperia guida il visitatore in una narrazione del¬†complesso legame tra l’uomo e il mare, attraverso le storie delle imprese eroiche sconosciute, che hanno visto protagonisti imperiesi e non. La visita attraverso i pi√Ļ disparati cimeli della navigazione √® arricchita da un¬†allestimento multimediale e da un percorso di postazioni didattiche, che garantiscono un’esperienza in prima persona, con simulazioni di navigazione e quattro percorsi tematici:¬†Il lavoro sul mare, Il viaggio per mare, La guerra sul mare, Il mare come evasione .

Il personale della Societ√† Cooperativa CMC (che ne gestisce la biglietteria), i volontari dell’Associazione¬†Amici del Museo Navale¬†e lo staff dell’Ufficio Cultura del Comune di Imperia sono a disposizione per visite guidate nei consueti orari di apertura o per gruppi e scolaresche anche in giornate extra da concordare.

Villa Faravelli, dimora storica donata alla citt√† dall’omonimo industriale, √® oggi sede del¬†Museo di Arte Contemporanea Imperia¬†ed ospita la¬†Collezione permanente Architetto Lino Invernizzi, dono della vedova dell’architetto Genovese, Maria Teresa Dan√®.

La¬†Collezione Invernizzi¬†rappresenta sul nostro territorio una testimonianza unica¬†delle¬†eccellenze dell’evoluzione artistica del secondo dopoguerra,¬†con nomi dei maestri dell’arte astratta del Novecento riconosciuti nel panorama internazionale ‚Äď da¬†Lucio Fontana¬†a¬†Victor Vasarely,¬†da¬†Josef Albers¬†a¬†Marino Marini ‚Ästa raccontare¬†un momento storico ed artistico di grande sperimentazione e cambiamento, dagli anni ’20 fino alla met√† degli anni ’70.

Il M.A.C.I. riprender√† le aperture del mese di Maggio a partire da Venerd√¨ 3 con l’iniziativa¬†Arted√¨:¬†come ogni primo venerd√¨ del mese, il polo dell’arte contemporanea imperiese riapre le porte, proponendo un ingresso scontato per tutti i visitatori.

Articolo precedenteOspedaletti, dal 3 al 5 maggio la prima edizione del Festival del Libro
Articolo successivoMaturità 2019, ecco le novità per gli studenti di Imperia