Il Comune di Imperia ha emesso un’ordinanza contingibile ed urgente alla società Rivieracqua per l’affidamento del depuratore, da lunedì 18 dicembre, in occasione della riconsegna degli impianti da parte del gestore uscente Veolia.

Il passaggio di consegne era stato pianificato da tempo e la bozza di convenzione per la consegna è già stata approvata sia dal vecchio CDA di Rivieracqua sia dalla Giunta Comunale di Imperia; inoltre in data 12 dicembre è stato sottoscritto di comune accordo lo stato di consistenza degli impianti.

Il Comune di Imperia sottolinea che “la stessa provincia, in qualità di EGA (Ente di Governo d’Ambito) ha chiarito che il passaggio di gestione del depuratore non è condizionato dal mancato ingresso del Comune di Imperia in società, e pertanto anche tale ostacolo era stato superato. Purtroppo le vicende della società non hanno consentito la firma della convenzione da parte degli amministratori uscenti, ed il CDA appena insediato, che si auspicava avrebbe firmato la convenzione in data odierna, deve risolvere altre emergenze, in vista della prossima udienza prefallimentare del 19 dicembre, e pertanto nessuno si è presentato oggi negli uffici del Comune per la firma”.

Da qui l’esigenza dell’ordinanza, che è stata firmata dal Vice Sindaco Guido Abbo che commenta: “Purtroppo siamo stati costretti ad adottare uno strumento straordinario, vista l’emergenza, per non lasciare scoperto un servizio fondamentale con pesanti ripercussioni sotto il profilo ambientale e rischio di gravi danni all’impianto. La scelta di Rivieracqua è obbligata, in quanto ha la capacità tecnica necessaria ed è l’unico soggetto legittimato ad assumere la gestione; confidiamo che alla gestione in regime di ordinanza possa fare seguito in tempi brevissimi la firma della convenzione già concordata fra Comune e Rivieracqua, non appena la situazione della società si sarà normalizzata”.