Domani sera Giovedì 19 Luglio 2018 alle ore 21 secondo prestigioso appuntamento con la musica classica organistica al Duomo di Imperia Porto Maurizio.

Ospite illustre della serata il famoso organista Silvio Celeghin con un programma che spazierĂ  dalla letteratura tedesca barocca di Bach fino a Stanley, Mendelsshon, Rossini, Liszt e Widor.

Dopo i Magisteri in Pianoforte (Marialuisa Caprara -1985) Organo (Renzo Buja -1990) e Clavicembalo (Lia Levi Minzi – 1997) ottenuti col massimo dei voti presso i Conservatori di Padova e Castelfranco Veneto, si perfeziona con vari docenti:  Virginio Pavarana per il Pianoforte e  Francesco Finotti per l’Organo. Partecipa a corsi di interpretazione organistica con Jean Guillou (Zurigo), Luigi Ferdinando Tagliavini (San Petronio a Bologna), Olivier Latry (San Sebastian).

Viene premiato in vari Concorsi Internazionali e Nazionali ottenendo il III° Premio Assoluto all’ Internationaler Orgelwettbewerb “J.J.Froberger” di Kaltern (Bz) nel 1995. Dal 1990 suona stabilmente in Duo col trombettista F. Maniero, trombettista del Teatro “La Fenice” di Venezia; dal 2000 fa parte del Trio “Venice Trio”, col quale ha inciso vari Cd di successo; si esibisce spesso in formazione Organo e Corno delle Alpi con A. Benedettelli; collabora regolarmente dal 1999 come organista solista e continuista de “I Solisti Veneti” di Claudio Scimone, con i quali ha inciso musiche di scuola veneta in vari Cd e DVD.

La sua esperienza lo ha portato a suonare anche con importanti formazioni tra le quali l’Orchestra di Padova e del Veneto, Maggio Musicale Fiorentino, Milano Classica, La Fenice di Venezia, Simon BolivĂ r di Caracas. Nel 2003 è stato invitato con l’Orchestra de “La Fenice” all’inaugurazione del rinnovato teatro veneziano, per i concerti diretti da Riccardo Muti e Marcello Viotti. E’ organista principale della “Schola S. Rocco” di Vicenza diretta da F. Erle. Ha inciso per Tring, Velut Luna, Artis Records, Warner Fonit, Azzurra Music, Bottega Discantica, Nalesso Records, RAI Trade, Stradivarius, Tactus.

L’impegno del parroco Rev. Don Lucio FABBRIS e del direttore artistico Giorgio Revelli hanno permesso l’allestimento di un programma per la stagione 2018 di grande rilievo.

“La stagione “Serate organistiche leonardiane” nasce non solo come offerta culturale di grande rilievo per la cittĂ  di Imperia e del turismo di cultura, ma anche come attivitĂ  parrocchiale attenta alla tradizione musicale imperiese e come contributo per i vari esercizi commerciali della zona. – affermano gli organizzatori – Inoltre ricordiamo che l’ingresso è gratuito”.

Articolo precedenteTaggia, appuntamento questa sera per il concerto dell’Ensemble FVG
Articolo successivoRisate a Riva Ligure con il comico Fabrizio Fontana