Imperia che fu, intervista ad Alessandro Gizzi

Foto, aneddoti, luoghi personaggi e non solo. ‘Imperia che fu!‘ è un contenitore di storia della città capoluogo. Un gruppo facebook dove gli utenti postano ricordi, magari dimenticati nel cassetto, condividendoli con gli altri, commentandoli, traendo spunti dal passato per il futuro.

Un bel modo per scoprire o riscoprire Imperia e il suo cambiamento nel corso del tempo nato da un’idea di Alessandro Gizzi.

“È un gruppo nato quattro anni fa un po’ per gioco e un po’ per la curiosità e il piacere verso la storia – dice Gizzi. Ora abbiamo avuto un’evoluzione un po’ particolare e inaspettata. Ognuno posta qualcosa di suo anche della famiglia o riguardante aneddoti vari. I post fanno vedere l’evolversi della città, il cambiamento è stato esponenziale. Abbiamo scoperto l’esistenza di fabbriche di cui non sapevamo nulla, così come del passaggio del tram o altro”.

Il gruppo conta oggi oltre tremila follower con centinaia di contenuti unici: “Sì da pochi giorni abbiamo superato i tremila follower, una cosa bella perché ognuno fornisce poi un proprio spunto o idea. Il gruppo è aperto a tutti e ci fa piacere che si iscrivano più persone possibili in modo da avere sempre più materiale”.

Novità degli ultimi giorni è poi l’endorsement ricevuto dal sindaco Claudio Scajola che ha definito ‘Imperia che fu!’: “…una delle cose più belle viste su facebook”: “Ci ha fatto molto piacere – commenta Gizzi. Il sindaco ha speso delle parole davvero belle, sicuramente potrebbe esserci un seguito perché ci ha richiesto un incontro. Vedremo l’evolversi della situazione”.

L’intervista completa ad Alessandro Gizzi e alcune bellissime immagini del gruppo nel videoservizio di Riviera Time.