Sono state presentate ufficialmente ieri sera presso l’Auditorium della Camera di Commercio di Imperia le quattro liste che sosterranno la candidatura a sindaco di Claudio Scajola, alle prossime elezioni amministrative del 10 giugno.

    La serata è iniziata con i saluti dell’ex sindaco di Imperia Luigi Sappa. A seguire sono stati presentati i candidati delle liste “Area Aperta”, “Imperia Insieme”,  “Il Popolo della Famiglia” e “Obiettivo Imperia”.

    “Nei temi e negli obiettivi che ci siamo prefissi c’è la città viva” ha commentato il candidato sindaco Claudio Scajola. “Imperia è una città triste, bisogna farla diventare più giovane e attirare turisti. Le liste che appoggiano la mia candidatura sono liste con programmi comuni e con lo stesso obiettivo”.

     

    DA COSA PARTIRE PER RILANCIARE IMPERIA?

    Giuseppe Fossati, capolista di “Area Aperta”: “Imperia ha dei problemi enormi, quello di cui ha bisogno è un’amministrazione capace, e con Claudio Scajola l’avrà, e gente con tanto entusiasmo”.

    Simone Vassallo, capolista di “Obiettivo Imperia: “Sicuramente bisogna partire da tutto quello che riguarda la pulizia, l’ordine, il lavoro; ci sono tanti punti da mandare avanti. Questo progetto mi è piaciuto perché è stato fatto aperto a tutti e contro nessuno. Io non rinnego di aver fatto parte della vecchia amministrazione, credo che in futuro con una persona come Claudio Scajola tanti progetti e tanti sogni si possano realizzare.

    Luca Volpe, capolista di “Imperia Insieme”: “Imperia in questo momento purtroppo ha tanti problemi. Il turismo deve essere il volano per far ripartire la città. Dobbiamo portare a Imperia le persone che un tempo venivano a Imperia come turisti, dobbiamo rimettere in moto questo motore che si è fermato da qualche anno”.

    Giuseppe Iraci, capolista de “Il Popolo della Famiglia”: “Noi ci sentiamo a nostro agio con questo programma che vuole fare di Imperia una città pulita, solidale, sicura, prospera e viva. I nostri valori, che sono quelli della dottrina sociale della Chiesa, li vogliamo trasfondere in questo progetto amministrativo a beneficio di tutta la società”.