mostra parasio

AIFO e il Circolo Parasio odv sono lieti di presentare un evento dal forte significato artistico, culturale e solidale: “L’arte, un dono semplice”, una mostra interamente dedicata alle opere di Bernardo Asplanato. 50 tra tele e disegni su carta comporranno l’esposizione del maestro.

Sabato 18 settembre, alle ore 17.00, si terrà l’inaugurazione della mostra presso il Circolo Paradiso Odv, piazza Pagliari 4, nella città di Imperia, alla presenza delle autorità locali, dei presidenti delle associazioni organizzatrici, del notaio Marco Re che ha curato l’atto di donazione in memoria, interverrà e presenterà le opere il prof. Fulvio Cervini, docente dell’Università di Firenze, membro del CdA delle Gallerie degli Uffizi e grande conoscitore dell’artista.

La mostra sarĂ  visitabile dal 18 fino al 26 settembre dalle ore 17.00 alle ore 20.00 e, al mattino, su appuntamento. Gli accessi sono limitati nel rispetto delle normative vigenti. Green pass obbligatorio.

Bernardo Asplanato (Porto Maurizio 1922 – Imperia 2019), pluripremiato decano dei pittori imperiesi, allievo di Felice Casorati, giĂ  titolare della cattedra di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Sanremo, ha da sempre mostrato un forte legame con la propria comunitĂ  d’origine, oltre a dimostrare sensibilitĂ  nei confronti delle tematiche sociali grazie anche all’impegno della moglie prof.ssa Anna Maria Larcher. Ricordiamo, tra i diversi riconoscimenti e sicuramente in modo non esaustivo, la fondamentale antologica del 1994 dedicatagli dal Comune di Imperia, il successivo omaggio ostensivo in occasione del novantesimo compleanno dell’artista nel 2012, il Premio Anthia 1997, il Premio Parasio 2000. Come ogni artista fedele ai suoi strumenti, anche Asplanato aveva nello studio pennelli, tavolozza, tecnica ed emozioni, strumenti che orchestrava sapientemente in melodia pittorica grazie al suo estro e alla sua firma d’artista, che si è contraddistinta fino all’ultimo dimostrandosi una firma vitale e solidale.

Tutte le opere esposte sono una parte della produzione artistica del pittore che, dopo la sua scomparsa, sono state donate dalla moglie ad AIFO, Organizzazione di cooperazione sociosanitaria internazionale che da 60 anni opera nei paesi a basso reddito.

Commenta l’organizzazione: “Questa straordinaria iniziativa rende concreto il sogno del pittore, ogni donazione per le opere d’arte sarĂ  interamente devoluta ad AIFO e si trasformerĂ  in diritti, salute, cure intermedie e nuove possibilitĂ  di vita dignitosa per donne in fragilitĂ  nei paesi a basso reddito in Brasile, Guinea Bissau e Mozambico. Ringraziamo fin da subito tutti coloro che ci sosterranno in questo progetto”.

Per informazioni relative al progetto solidale e alle attività di AIFO consultare la pagina: https://www.aifo.it/in-evidenza/l-arte-un-dono-semplice/ info@aifo.it.

Articolo precedenteBordighera, nuovi interventi di pulizia di tombini e caditoie
Articolo successivoDialoghi intimi tra natura: a Dolceacqua la personale di Franco Volpi