comune imperia

L’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Claudio Scajola ha approvato la delibera di sostegno alle attività economiche chiuse a causa del lockdown.

La manovra, elaborata dagli assessori Gianmarco Oneglio, Fabrizia Giribaldi e Laura Gandolfo, prevede anzitutto agevolazioni per l’allestimento di dehors esterni. Viene consentito l’aumento gratuito fino al 50% all’occupazione temporanea di suolo pubblico in deroga alla disciplina vigente, eventualmente anche utilizzando spazio occupato da percorsi pedonali e/o posteggi. La misura sarà valida fino al 30 settembre 2020.

La delibera della Giunta imperiese prevede inoltre agevolazioni fiscali e tributarie per tutte le attività commerciali soggette alle misure restrittive consistenti in:

a) esenzione della parte variabile della Tari per il periodo di chiusura obbligatoria;

b) esenzione Tosap per il periodo di chiusura obbligatoria;

c) riduzione di un punto percentuale di IMU TASI per il proprietario di immobile commerciale che riduce di almeno del 25% il canone di locazione all’inquilino per l’anno 2020.

Per beneficiare delle agevolazioni i richiedenti dovranno essere in regola con il pagamento di tributi locali al 31.12.2019 o, in alternativa, dovranno sottoscrivere un piano di rientro mediante rateizzazione.

La Giunta ha in più deciso di estendere sino al 31 maggio 2020 la gratuità delle areee parcheggio presso Piazza Duomo, Senatore Amadeo e Maestri del Commercio e la disattivazione del varco della ZTL di Borgo Marina e Borgo Parasio.

“L’interesse di tutti noi è che possa esserci una ripresa rapida delle attività economiche, pur con tutti gli accorgimenti necessari a convivere con il virus. Questa delibera rappresenta un aiuto, nei limiti di quello che può fare un Comune, per dare una mano a chi è stato costretto a chiudere per decreto. Credo molto nella valenza pubblica delle attività commerciali, che permettono di mantenere viva la nostra città. Non vogliamo lasciarle sole perché saranno protagoniste della rinascita di Imperia quando questa tragedia sarà finita”, commenta il sindaco Claudio Scajola.

Articolo precedenteFase 2, Italia Viva: “Riteniamo che tale percorso debba essere coordinato dalle regioni con le decisioni del Governo nazionale”
Articolo successivoCoronavirus, Ioculano: “Secondo alcuni studi Liguria ancora in ‘fase 1’. La Regione riveda le proprie posizioni e si muova con cautela, le nostre città sono piene di gente in giro”