fiera libro

Dal 2 al 4 giugno 2023 si svolgerĂ  la XXII edizione del Festival Internazionale della Cultura Mediterranea nel centro storico di Porto Maurizio con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero per i Beni e le AttivitĂ  Culturali, Regione Liguria, Comune di Imperia, Provincia di Imperia e Camera di Commercio delle Riviere.

Ospiti e sostenitori

La manifestazione culturale, che si inserisce nel piano di rilancio del Centro Storico di Porto Maurizio, è alla sua ventiduesima edizione e vanta tra ospiti e sostenitori: Stefano Zecchi, Lorenzo Beccati, Antonio Caprarica, Mario Giordano ed Enrico Vanzina.

Ospiti dell’edizione 2023: Mauro Mazza, Antonio DiBella, Marcello Sorgi , Lucia Annunziata, Ezio Greggio, Lorenzo Beccati, Samaritana Rattazzi, Giorgetto Giugiaro e molti altri.

Alcuni degli ospiti delle passate edizioni: Andrea Vitali, Giorgia Wurth, Pierdomenico Baccalario, Marco Buticchi, Nada Malanima, Andrea Mingardi, Alessandro Rostagno, Giancarlo Caselli e Tiberio Timperi.

Leitmotiv del Festival 2023: “Il tempo inventato”

Il tempo inventato è propriamente quello che non c’è, siccome quello che c’è siamo abituati a misurarlo, in quanto tempo spazializzato; concerne l’arte in tutte le sue forme, dalla letteratura alla musica, dal cinema al teatro, dall’architettura all’ingegneria.

“Le opere consegnate da ognuna di queste discipline offrono, talora, una percezione di tempo intimo, soggettivo , non “convenzionale”, una percezione, dunque, inventata dalla fantasia e dalla creativitĂ  degli autori. Grazie a queste opere riusciamo a uscire fuori dal nostro tempo, creando prospettive nuove , creando futuro. Anche la Storia in quanto narrazione di fatti non prescinde da una soggettivitĂ  esistenziale e quindi trasmette, oltre che memoria, anche prospettiva”, ha commentato Luciangela Aimo, direttore del Festival della Cultura Mediterranea CittĂ  di Imperia.

Il tema della XXII edizione della Fiera è pertanto una buona opportunitĂ  per Imperia che quest’anno festeggia il suo centenario: non soltanto riappropriarsi del tempo passato ma anche – nei dibattiti della manifestazione – esplorare un tempo inventato che dĂ  possibilitĂ  di cambiare. In linea con una vocazione a reinventarsi che è propria della cittĂ  mediterranea, una cittĂ  la cui specificitĂ  è quella di vivere la dimensione plurale, quella cioè di crescere sulle molteplici integrazioni di popoli, culture, religioni, economie.

AttivitĂ  collaterali

“Come di consueto i dibattiti, i caffè letterari e le conversazioni che caratterizzano l’evento, porteranno argomenti di riflessione sul tema”, ha dichiarato Aimo.

Con l’obiettivo di mantenere l’offerta di attenzione e il dibattito sui grandi temi, nell’Isola della Mediterraneità (tensostruttura centrale), saranno in programma incontri con grandi nomi del giornalismo italiano, della letteratura, della scienza e del cinema.
Si alterneranno filosofi, sociologi, psicologi, giornalisti su contenuti normativi relativi a grandi aree come scuola, commercio, alimentazione, sport e gli effetti collaterali del post pandemia con riflessioni sul tempo che ci appartiene.

L’Isola Bianca sarĂ  dedicata agli incontri collaterali e ricreativi mentre sarĂ  nuovamente attiva l’Oasi del Gusto coordinata da Giuliano Ferrari, straordinario artefice nella valorizzazione di storia, tradizioni, cultura ovvero dello “spiritus loci” dei nostri territori spingendosi ad esplorare il “mare nostrum” con tutte le culture che vi convivono, coniugando tradizione e innovazione, ricerca e sostenibilitĂ  con lo spirito che un cambio epocale impone.

Infine la Sezione Junior rappresenterĂ  la rinascita con la partecipazione di Istituti scolastici e di selezionate Case Editrici del settore.
Le attivitĂ  collateralI saranno coordinate della scrittrice ed ex insegnante C. Bertolino. SarĂ  messa in campo la formula giĂ  collaudata dell’Apertivo con l’Autore per offrire nei tre giorni, divulgazioni rilassate su letteratura e poesia, benessere e spiritualitĂ  negli spazi dei dehors dei caffè,  contribuendo a riportare al centro concezioni del tempo ritrovato.

La mostra mercato del libro è come sempre inserita nel piano di rilancio del centro storico portorino. Immancabile la partecipazione delle case editrici e l’esposizione di migliaia di libri. Grazie al gran numero di visitatori la Fiera del Libro di Imperia si colloca tra le manifestazioni culturali di maggior rilievo a livello nazionale mantenendo appeal e vivacitĂ  organizzativa.

Tantissimi gli appuntamenti che verranno promossi nell’isola pedonale formata da via Cascione e dalle strade limitrofe, per una tre giorni dedicata alla cultura che richiamerĂ  visitatori da tutta la provincia e dal basso Piemonte.