Claudio Scajola

Venti milioni di euro in arrivo a Imperia per opere di rigenerazione urbana che riguarderanno scuola, sport, cultura, mobilità sostenibile e residenza pubblica. La Città capoluogo del Ponente ligure è risultata infatti tra i Comuni beneficiari dei contributi da destinare ad investimenti in progetti di rigenerazione urbana da parte del Ministero dell’Interno. L’ufficialità è arrivata nelle scorse ore con la firma del decreto. 

Si tratta degli 11 progetti del piano “Recovery Imperia”, illustrato dall’Amministrazione Comunale nel corso del mese di maggio. Le opere ammesse e finanziate riguardano: la riqualificazione dell’edificio scolastico di Piazza Ulisse Calvi, la messa in sicurezza delle scuole di Via Gibelli, la ristrutturazione a uso sportivo dei capannoni del Prino, la ristrutturazione della Palestra Maggi al Parasio, la realizzazione di un’area per lo sport all’aperto in zona San Lazzaro, la riqualificazione dell’Ex Salso a Borgo Marina, la ristrutturazione dell’edificio “Polivalente” in Piazza Duomo, il restauro conservativo di ulteriori parti del Teatro Cavour, la realizzazione di una rete ciclabile in tutta la città, la realizzazione di un sistema di trasporto pubblico ecologico e la riqualificazione delle “Case Parcheggio” di Via Airenti. 

“Una notizia straordinaria per concludere questo 2021. Il fatto che siano stati accolti tutti i progetti presentati è il segno della validità delle proposte elaborate dall’amministrazione e del grande lavoro svolto insieme agli uffici e ai diversi professionisti coinvolti. Sono tutti interventi che miglioreranno la vita dei cittadini imperiesi, eliminando zona di degrado, facendo crescere la qualità del decoro urbano, con una grande attenzione alla socialità e all’ambiente. Già da lunedì saremo al lavoro per procedere celermente alle progettazioni definitive e alle gare per far partire i lavori”, commenta il sindaco Claudio Scajola

Articolo precedenteCovid: boom di positivi in Liguria, oltre 2.400 i nuovi casi. 5 i decessi. Calano gli ospedalizzati
Articolo successivoGli auguri di buon anno del governatore Toti: “Grazie a chi lavora nelle feste per sconfiggere il Covid, ai vaccini e a chi crede nella scienza. Il 2022 sia anno di speranza, responsabilità e coraggio”