Il Ministero dei Beni Culturali ha definito il 2017 come l’anno dei borghi. La promozione di questi particolari angoli d’Italia sta avendo un importante successo, non solo per l’aumento dei flussi turistici ma anche da un punto di vista immobiliare.  Secondo un’analisi di Immobiliare.it, infatti, comprare casa in alcuni di questi borghi può costare cifre addirittura più alte del doppio rispetto alla media nazionale.

È il caso di Cervo, che si piazza al quarto posto tra i borghi italiani più cari per l’acquisto di una casa. Comprare un immobile nel paese della Chiesa dei Corallini costa mediamente 3.898 euro al metro quadrato, il 101% in più rispetto alla media nazionale e il 27% in più rispetto alla media della provincia di Imperia.

Il Ponente ligure è presente in questa speciale classifica anche con Seborga, che si piazza al diciannovesimo posto, con un prezzo medio di 2.308 euro al metro quadrato.