liguria popolare

“Dopo una trattativa estenuante – dice il Vice Presidente di Liguria Popolare Bissolotti – il Governo ha deciso di concedere margini importanti di manovra alle regioni per una programmazione delle ripartenze su misura. Così facendo la Liguria può riaprire completamente, come affermato e consigliato più volte dal nostro Governatore Toti.

Credo che i temi fondamentali siano innanzitutto principalmente tre. Partendo dal commercio sono contento delle saracinesche alzate per quasi tutte le attività commerciali, dalla vendita al dettaglio a bar, pub e ristoranti, passando anche per le strutture ricettive come alberghi e campeggi. Per quanto riguarda invece le spiagge – continua Bissolotti – è essenziale la riapertura delle attività connesse come bar e ristoranti sulla in vista dall’avvio della stagione balneare del primo giugno (con possibilità di avvio il 15 giugno per gli stabilimenti che devono ancora essere messi in sicurezza).

Terzo tema è l’attività fisica: porte aperte anche per piscine, palestre e centri sportivi, nelle quali sarà essenziale rispettare tutti i criteri di sicurezza. Non possiamo permetterci di stare fermi e quindi, con giudizio e senso di responsabilità – conclude Bissolotti – ripartiamo!”

Articolo precedenteVentimiglia, tensioni in maggioranza centrodestra. Lega: “Confermata al sindaco Scullino volontà di proseguire l’esperienza amministrativa”
Articolo successivoImperia: la piscina Cascione riapre a settembre, Gai (Rari Nantes): “Allo studio attività su spiagge e piscine limitrofe”