video

Dopo sette anni di lontananza dalla pubblica amministrazione, Gaetano Scullino è tornato ad essere il sindaco di Ventimiglia. Lo abbiamo incontrato a pochi giorni da Natale per un bilancio di questi primi mesi alla guida della sua città.

“Amministriamo Ventimiglia dallo scorso luglio – dice il Sindaco – e abbiamo avuto bisogno di qualche mese per capire qual era la situazione lasciata da chi ci ha preceduto. Stiamo cercando di andare incontro ai bisogni dei nostri cittadini a cominciare da una maggior attenzione a livello governo centrale nei nostri confronti”.

“Dobbiamo rifare la scuola, abbiamo tante strade da sistemare, il ponte sempre monitorato, le frane che pregiudicano i collegamenti con le nostre frazioni. Per uno sviluppo reale – sottolinea Scullino – serve un occhio di riguardo per Ventimiglia che ha pagato un prezzo altissimo negli ultimi anni”.

“Sono due i nodi principali da sciogliere per una visione migliore della città: viabilità e parcheggi. Se è vero che nel 2020 avremo 800 posti auto in più, il problema della viabilità in centro si può risolvere solo con un progetto comune con le Ferrovie dello Stato. Trovare una via di transito rapida creando un’alternativa al centro si può fare solo a monte, una soluzione che toglierebbe il 50% del traffico dalle vie centrali”.

“Non dimentichiamo – conclude il Sindaco – che a maggio inaugureremo il nuovo porto con il suo spettacolare collegamento diretto con il centro storico, costituirà una grande attrattiva per i turisti e grandi ricadute positive per i residenti. Ai miei concittadini faccio gli auguri di Buon Natale e approfitto per ringraziarli per la fiducia che mi hanno concesso. Con il loro indispensabile aiuto farò tutto il possibile per trasformare in meglio la nostra Ventimiglia”.