video

Lina Cha, sindaco di Cervo, è stata ospite nei nostri studi per tracciare un bilancio dell’esperienza amministrativa e definire gli obiettivi di questo 2020.

“Dopo l’insediamento – dichiara – ci siamo trovati a gestire la stagione estiva e le criticità relative all’approvvigionamento idrico. Abbiamo dovuto affrontare questo problema in somma urgenza con l’intervento poi della Regione. Un’altra emergenza che abbiamo affrontato è stata quella dell’illuminazione perché c’erano alcune zone con la luminosità ridotta a zero, in più avevamo una criticità sulla passeggiata a mare pesantemente colpita dalla mareggiata, di conseguenza è stato difficile ripristinare il funzionamento elettrico della passeggiata. Abbiamo adesso un progetto che andrà ad interessare la parte più artistica dell’illuminazione del borgo medievale, avremo anche la possibilità di installare almeno due colonnine elettriche per la ricarica delle auto e una anche per l’e-bike“.

Nel frattempo, prosegue l’iter per definire i progetti sulla trasformazione urbanistica delle aree dismesse di proprietà di Rfi. “Abbiamo il progetto sulla ciclabile – prosegue – domenica scorsa abbiamo percorso a piedi il tratto dell’ex sedime ferroviario tra San Bartolomeo e Andora. Questo perché è in cantiere una progettazione per la messa in sicurezza di questa zona e anche della parte relativa all’Aurelia. Si tratta di mettere in cantiere questa prima progettazione a cui seguirà la progettazione della ciclopedonale”.

L’intervista verte poi sulla rassegna letteraria “Cervo in blu…d’inchiostro“, giunta quest’anno alla sua quarta edizione. “Cervo è proprio un faro di cultura – dichiara Lina Cha. – Negli ultimi due anni abbiamo esportato cultura nella nostra provincia, tanto che sono coinvolti in questo progetto anche Imperia, Sanremo, Ospedaletti e Bordighera”.

Uno degli obiettivi principali dell’amministrazione comunale riguarda il tema della raccolta differenziata, che al momento si aggira intorno ad una percentuale del 38,5%. “È veramente una percentuale molto bassa – commenta il sindaco – che ci auguriamo venga migliorata con il nuovo appalto che sarà operativo da marzo. Certamente ci vorrà un’opera di informazione e formazione del cittadino, l’obiettivo è quello di raggiungere anche a Cervo percentuali di differenziata che si aggirano intorno al 70%”.