Il sapore del territorio nelle birre artigianali del Birrificio Nadir

Continua il viaggio di Riviera Time tra gli stand gastronomici allestiti in occasione dell’evento di presentazione di Elior, il nuovo gestore della ristorazione del Casinò di Sanremo.

Il nostro critico gastronomico, Roberto Mostini, ha incontrato Gabriele Genduso, il mastro del Birrificio Nadir. 

Il Birrificio Nadir nasce a Sanremo dall’esperienza e passione di Genduso, con l’obiettivo di creare delle birre di qualità e con una personale caratterizzazione.

Tra le varie birre prodotte, spicca in particolare per la sua appartenenza e richiamo al territorio, la ‘Montefollia’. Nata dalla collaborazione con il frantoio ROI di Badalucco, la preparazione di questa birra si distingue per l’aggiunta delle foglie d’ulivo in fase di bollitura del mosto.

“Le foglie d’ulivo rilasciano sostanze amare che si affiancano a quelle del luppolo – spiega Genduso – L’amaro del luppolo è più resinoso, mentre quello della foglia d’olivo è più delicato. Il risultato finale ricorda una tisana di erbe“.

È una birra che richiama il territorio sia per via del luogo di produzione e per l’utilizzo delle foglio d’olivo della Valle Argentina, ma anche per il suo perfetto accostamento con i piatti tipici della Riviera: “Io penso alle torte di verdura, ai fritti, alla sardenaira. Queste preparazioni semplici abbinate a questa birra, che vuole sgrassare dall’untuosità, formano un connubio perfetto”.