video

Meno di un mese al discusso Festival di Sanremo 2021. Tra le categorie più interessate alla kermesse canora quella del turismo che a causa del covid-19 sperava nel festival per ripartire. Speranza che si è mutata fino al doversi accontentare, per così dire, dei cosiddetti addetti ai lavori che popoleranno la città dei fiori nei primi giorni di marzo.

Abbiamo cercato di fare il punto con il presidente provinciale di Federturismo Christian Feliciotto: “La situazione alberghiera è una situazione complessa. Essendo arrivata la conferma così in ritardo e non essendo ancora certe le modalità per la stampa e la radio e quant’altro è tutto ancora un po’ in stand by. Sarà un Festival di addetti ai lavori – prosegue – con indotto inferiore per la categoria e i cui conti si faranno veramente alla fine”.

Sull’ipotesi di una ‘zona rossa’ per il centro cittadino durante i giorni della rassegna musicale: “Non abbiamo ancora la certezza, sicuramente dispiace per tutte le categorie che verranno penalizzate. Se il bivio è farlo o non farlo allora che si faccia perché è un bene per la visibilità di tutta la città e perché può portare comunque una piccola boccata di ossigeno. Siamo però consapevoli che sarà sottotono e non porterà benefici per tutti”.

Feliciotto ha poi concluso parlando del complesso momento del settore che rappresenta: “Sicuramente il nostro è uno dei settori più colpiti. Credo che comunque per quella settimana tutti gli alberghi della città riapriranno”.