Proseguono gli incontri consultivi sul territorio, con i sindaci, promossi dal presidente della Provincia Claudio Scajola. Ieri sera a Taggia, in Municipio, erano convocati i primi cittadini della Valle Argentina e della Valle Armea.

Il presidente Scajola, dopo aver fatto il punto della situazione su alcuni servizi fondamentali (trasporto pubblico locale, raccolta e smaltimento dei rifiuti, approvvigionamento idrico), ha illustrato gli interventi in programma sulla viabilità della vallata. In particolare si è soffermato sui lavori in corso che riguardano la riparazione dei danni alluvionali sulle strade provinciali a Molini di Triora, Triora e Pigna, sulla manutenzione ordinaria (ripristino guardrail e protezioni, rifacimento cunette, riparazione canalizzazioni) in numerosi punti della rete viaria, sulle riasfaltature (gli interventi sono concentrati soprattutto nei territori di Bajardo, Ceriana, Badalucco, Molini di Triora) e i lavori di adeguamento e di ripristino dei ponti (tra questi c’è anche il ripristino strutturale del ponte di Loreto). Complessivamente la spesa prevista è di circa tre milioni di euro. Un progetto infrastrutturale di grande importanza, inserito nel programma delle opere rilevanti trasmesso all’Upi (Unione delle Province d’Italia), è la variante sulla Sp 548 nell’abitato di Badalucco. Il Presidente Scajola ha ricordato che anche i Comuni delle valli Argentina e Armea beneficieranno dei fondi provinciali destinati allo sfalcio dell’erba e alla pulizia delle cunette (i contributi, assegnati a ogni Comune, sono di un euro per ogni metro di strada provinciale di competenza).

 All’incontro di ieri, oltre al Presidente Claudio Scajola hanno il consigliere provinciale e sindaco di Taggia Mario Conio, la consigliera provinciale e sindaco di Molini di Triora Manuela Sasso, i sindaci Matteo Orengo (Badalucco), Francesco Laura (Bajardo), Giuseppe Galatà (Castellaro), Maurizio Caviglia (Ceriana), Vincenzo Lanteri (Pompeiana), Mariano Bianchi (Montalto-Carpasio), Giorgio Giuffra (Riva Ligure), Marcello Pallini (Santo Stefano al Mare), Valerio Ferrari (Terzorio).